Home Attualità “Attacco” alla sede nazionale ANP; Rusconi: “Evidentemente c’è chi al dialogo preferisce...

“Attacco” alla sede nazionale ANP; Rusconi: “Evidentemente c’è chi al dialogo preferisce la vernice”

CONDIVIDI
  • Credion

La sede nazionale dell’ANP è stata imbrattata in queste ore con scritte che fanno pensare alla protesta degli studenti romani che, da alcuni giorni, hanno dato avvio alla occupazione di diversi istituti scolastici della capitale.
Uno degli slogan (La scuola siamo noi) è stato anche “firmato” con la sigla di Opposizione studentesca d’alternativa (OSA), particolarmente attiva a livello nazionale e romano.

“Di fronte alle occupazioni a scacchiera di molti istituti superiori romani – commenta il presidente dell’ANP di Roma Mario Rusconi – ho ribadito quanto sostengo da sempre: gli occupanti, piccole minoranze delle loro scuole, nonostante roboanti programmi ‘politici’, meritano ascolto da parte delle istituzioni e da noi adulti (genitori, docenti, presidi etc), senza però scadere in facili blandizie demagogiche, come spesso avviene da parte di esponenti politici di varia estrazione”.

“Preoccupato della inutilità dello stanco, pluriennale rito delle occupazioni – prosegue Rusconi – ne ho da sempre messo in risalto la sostanziale inutilità, non avendo queste mai sortito alcun effetto positivo. Non si è infatti mai realizzata alcuna delle velleitaristiche richieste degli occupanti (ora anche la roboante proposta di cambiare il Pnrr!), ma ciononostante sono convinto che permanga il nostro dovere di educatori di ascoltarli, dialogare e tentare di convincerli ad attuare forme democratiche ed efficaci di partecipazione”.

Icotea

“In questo senso – conclude sconsolato il presidente del ANP romano – mi sono dichiarato disponibile ad un confronto.  La risposta: insulti sul web ed imbrattamento della sede di Anp! Evidentemente al dialogo democratico si preferisce…la vernice!”