Home Contratti Aumenti stipendiali, Fedeli respinge le accuse: faccio fatti, non solo parole

Aumenti stipendiali, Fedeli respinge le accuse: faccio fatti, non solo parole

Sugli aumenti stipendiali, la ministra dell'Istruzione Valeria Fedeli respinge le accuse dei sindacati: faccio fatti, non solo parole

CONDIVIDI

Non si fa troppo attendere la replica della ministra dell’Istruzione all’appello lanciato dai sindacati maggiori sulla necessità di trovare risorse adeguate per il rinnovo contrattuale.

“Faccio fatti e non solo parole”, ha detto il 6 ottobre la titolare del Miur, Valeria Fedeli, ai giornalisti che la sollecitavano per replicare ai sindacati che chiedono fatti e non solo belle parole.

Icotea

Interpellata a margine di un’iniziativa all’interno del Siena Food Innovation, la Fedeli ha anche tenuto a dire che “i fatti in genere li dimostro, ho detto che aprivo la scuola in tempo utile con tutti gli insegnanti in classe e l’ho mantenuto, dico che mi spendo per i rinnovi contrattuali e lo sto facendo”.

 

IMPEGNO PERENTORIO VERSO I DOCENTI

Polemica a parte, diventa quindi perentorio l’impegno della ministra dell’Istruzione nei confronti del personale, che attende il rinnovo contrattuale ormai da quasi nove anni.

Un impegno che, qualora non dovesse produrre i risultati attesi, almeno gli 85 euro su cui si è trovato l’accordo a fine novembre 2016, scatenerebbe verso l’attuale responsabile del Miur una grossa mole di proteste e polemiche.