Home Attualità Azzolina (M5S) bacchetta Salvini: “Laicità e pluralità tratti distintivi della scuola”

Azzolina (M5S) bacchetta Salvini: “Laicità e pluralità tratti distintivi della scuola”

CONDIVIDI

Intervento di Lucia Azzolina, deputata del Movimento Cinque Stelle, che riprende il ministro dell’Interno, Matteo Salvini in merito alla dichiarazioni di qualche giorno fa, quando aveva detto: “Gli insegnanti che pensano che Dio e Gesù siano fuori posto nelle scuole vanno semplicemente curati”.

“Vorrei ricordare che il tratto distintivo ed identificativo, scrive Azzolina, allo stesso tempo, della scuola pubblica italiana è la sua laicità e pluralità: la scuola è di tutti e per tutti, senza distinzione di razza, di sesso, di genere, di religione”.

La pentastellata ricorda che “esiste un dettato costituzionale che è bene ricordare tutti i giorni. Potremmo citare diversi articoli, ma ci fermiamo agli artt. 3 e 34”.

ICOTEA_19_dentro articolo

Calamandrei, nel discorso pronunciato l’11 gennaio 1950, diceva: “La scuola è aperta a tutti. Lo Stato deve quindi costituire scuole ottime per ospitare tutti. Questo è scritto nell’art. 33 della Costituzione. La scuola di Stato, la scuola democratica, è una scuola che ha un carattere unitario, è la scuola di tutti, crea cittadini, non crea né cattolici, né protestanti, né marxisti”, ricorda Lucia Azzolina, che conclude: “ricordiamocele queste parole: la scuola crea cittadini, non altro”.