Home Attualità Bianchi: no ora di ‘ambiente’ a scuola, ma esso sia strutturale a...

Bianchi: no ora di ‘ambiente’ a scuola, ma esso sia strutturale a qualsiasi disciplina

CONDIVIDI

“Io non vorrei l’ora di ambiente nella scuola, ma vorrei che l’ambiente sia parte strutturante della nostra scuola, anche mentre fai scienze, matematica, sport”. Così il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi all’evento di lancio del progetto Rigenerazione scuola, per ribadire che in squadra di Governo si è fatto tutto a testa bassa, obiettivo dopo obiettivo: “Noi abbiamo fatto tutto in silenzio – ha continuato il ministro Bianchi -. Abbiamo provveduto a una grande quantità di assunzioni perché era giusto farlo; abbiamo riaperto le scuole e abbiamo trovato i nostri insegnanti lì, in cattedra, non per miracolo ma perché era da marzo che ci lavoravamo”.

Quindi entra nel vivo del programma di Rigenerazione scuola: “Dopo anni di individualismo, oggi comprendiamo che i problemi si risolvono solo tutti insieme – ha dichiarato il Ministro -. Oggi troviamo che i temi di fondo su cui tutti ci dobbiamo confrontare sono i beni pubblici, dalla salute, che è un bene collettivo, non individuale; all’ambiente, su questo pianeta ci viviamo tutti e se l’ultimo non sopravvive non sopravvivo neanche io; ma abbiamo anche scoperto che l’inclusione, la solidarietà e l’uguaglianza non sono valori astratti ma elementi quotidiani senza i quali diventa difficile sopravvivere”.

Icotea

“Non solo sostenibilità dunque ma rigenerazione – continua il Ministro -, dobbiamo fare un passo avanti, ed è quanto abbiamo voluto fare con questo programma amato dalla sottosegretaria all’Istruzione Barbara Floridia. Come la madre terra genera, noi dobbiamo rigenerare la scuola”.   

Un intervento, quello del Ministro, seguito in contemporanea da centinaia di scuole su tutto il territorio nazionale. Scuole che hanno aderito alla settimana della RiGenerazione con iniziative che vanno dai laboratori enogastronomici per la preparazione di piatti della tradizione nel rispetto dell’ambiente, alle attività di ripulitura di spiagge e siti archeologici, ai dibattiti sulla sostenibilità, alla messa a dimora di alberi e piante.  

E alle parole di Patrizio Bianchi si aggiungono quelle della sottosegretaria Barbara Floridia: “Siamo il primo Paese europeo ad avere un programma organico sulla sostenibilità.”