Home Attualità Bianchi per il 25 novembre: la scuola educhi al rispetto delle donne

Bianchi per il 25 novembre: la scuola educhi al rispetto delle donne

CONDIVIDI

In occasione del 25 novembre, Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, il ministero dell’Istruzione, con una circolare, ha chiesto alle scuole di prevedere momenti di approfondimento sui temi connessi alla ricorrenza che questa data, stabilita dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, evoca. Tutti gli Stati vengono sollecitati a organizzare attività di sensibilizzazione dell’opinione pubblica sul tema della violenza contro le donne, ponendo particolare attenzione al tema del rispetto, anche con riferimento all’articolo 3 della Costituzione.

E per l’occasione Patrizio Bianchi  ha sottolineato, nella circolare, di avviare attività per coinvolgere e far riflettere gli studenti, il personale scolastico e quello amministrativo, la cittadinanza sui temi al centro della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, “perché, come dimostrano le statistiche e le cronache degli ultimi giorni, la questione del rispetto di ogni persona e del contrasto di qualsiasi tipo di violenza, abuso e discriminazione rimane una delle sfide più urgenti da affrontare”.

Icotea

In modo particolare, sottolinea Bianchi, gli studenti sono invitati a celebrare attivamente la Giornata, insieme ai loro docenti, esprimendo le proprie riflessioni attraverso opere grafiche, video, foto, flash-mob, dibattiti. 

“La scuola educa al rispetto. Lo fa ogni giorno dell’anno grazie all’impegno di dirigenti scolastici, docenti, di tutto il personale. Ma giornate internazionali come quella del 25 novembre continuano ad avere una funzione importante, perché richiamano l’attenzione su questioni fondamentali per ogni persona e per tutta la collettività: dobbiamo vivere in società solidali, che garantiscano pari opportunità e rifiutino la violenza. È a partire dalla scuola che possiamo costruirle. Per questo, vogliamo coinvolgere in maniera più intensa studentesse e studenti, per richiamarli all’azione, a esprimere le proprie opinioni”.

Anche il ministero parteciperà alla Giornata con diverse iniziative rivolte sia al personale amministrativo sia alla cittadinanza. 

Già a partire dal pomeriggio del 24 novembre e nella Giornata del 25, la facciata del Palazzo dell’Istruzione, su Viale Trastevere, a Roma, sarà illuminata di rosso, mentre nella mattinata del 25 ci sarà un flash-mob, organizzato in collaborazione con l’Istituto di Istruzione Superiore Statale Cine-tv Roberto Rossellini, per invitare cittadine e cittadini alla riflessione. Saranno distribuiti fiocchi rossi al personale e sarà allestita, all’interno del Ministero, una mostra con i lavori delle studentesse e degli studenti che hanno partecipato al Concorso nazionale “Il Nuovo Codice Rosso”.