Home Attualità Bianchi sui vaccini: assenza giustificata, no decurtazione stipendio

Bianchi sui vaccini: assenza giustificata, no decurtazione stipendio

CONDIVIDI
  • Credion

Il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi oggi al Question Time alla Camera ribadisce l’impegno del Governo alla riapertura delle scuole, affermando: “Riprendere le attività didattiche in presenza rappresenta un obbiettivo prioritario che il Governo condivide pienamente.”

E con riferimento al piano vaccinale il Ministro puntalizza che grazie ad una norma introdotta nel decreto-legge “Sostegni” – il comma 5 dell’articolo 31 – l’assenza dal lavoro di tutto il personale scolastico per la somministrazione del vaccino è giustificata, non comportando alcuna decurtazione del trattamento economico.

Icotea

Ne avevamo già riferito in occasione dell’approvazione del Decreto Sostegni, adesso in Gazzetta Ufficiale.

E il ministro continua chiarendo altri apsetti del Decreto Sostegni: “Con il decreto-legge Sostegni, abbiamo stanziato, come ricordato, le necessarie risorse – 150 milioni – per l’acquisto di ulteriori dispositivi di protezione e materiali per l’igiene individuale e degli ambienti, per la predisposizione di presidi medico – sanitari di supporto all’attività di somministrazione di test diagnostici alla popolazione scolastica e all’espletamento del contact tracing per il più efficace e tempestivo raccordo con i Dipartimenti di prevenzione delle aziende sanitarie locali.”

“Infine, posso rassicurarla che è costante il monitoraggio della situazione relativa ai contagi e alla diffusione delle varianti del Covid-19 nelle scuole anche al fine di potenziare il piano vaccinale in tutte le realtà territoriali.”

ISCRIVITI al nostro canale Youtube

METTI MI PIACE alla nostra pagina Facebook

LEGGI ANCHE