Home Politica scolastica Bonus 500 euro, Gilda: il Miur non chiarisce e ingarbuglia la matassa

Bonus 500 euro, Gilda: il Miur non chiarisce e ingarbuglia la matassa

CONDIVIDI
  • Credion
Rino Di Meglio, coordinatore nazionale della Gilda degli Insegnanti, commenta la circolare pubblicata nel pomeriggio del 29 agosto dal ministero dell’Istruzione.


La nota del Miur sulla rendicontazione dei 500 euro della Carta del Docente, commenta Di Meglio, non fornisce alcun chiarimento circa le spese ammissibili e rischia di creare ulteriore confusione”.
 
Proprio ieri mattina siamo intervenuti in merito, continua il Coordiantore Gilda, evidenziando che il Miur, nonostante i nostri ripetuti solleciti, non aveva ancora provveduto ad emanare un atto ufficiale e dettagliato per dirimere tutti i dubbi sull’utilizzo del bonus. Ma viale Trastevere, invece di chiarire la questione, non ha fatto altro che ingarbugliare ancora di più la matassa rinviando al 15 ottobre la scadenza per la rendicontazione, spostando al 31 agosto il termine di utilizzo del bonus.”

Per Di Meglio così facendo si innescheranno  “una serie di passaggi burocratici, con conseguenti rallentamenti che – conclude Di Meglio – comprometteranno sicuramente i tempi dell’erogazione dei 500 euro per il prossimo anno scolastico”.