Home Archivio storico 1998-2013 Generico Borse di studio per studenti

Borse di studio per studenti

CONDIVIDI
  • Credion

Le borse di studio, a cui non sono ammessi i figli dei segretari comunali e dei segretari delle convenzioni di segreterie comunali, si riferiscono all’anno scolastico o accademico 2001/2002.
Le cifre erogate saranno le seguenti: euro 516,46 per ciascuna delle 18 borse previste per le scuole di istruzione secondaria di I grado; euro 1032,91 per ciascuna delle 30 borse riguardanti corsi di studio di istruzione secondaria di II grado nonché i primi cinque anni dei conservatori musicali; euro 774,68 per ciascuna delle 2 borse inerenti alcuni corsi di istruzione superiore (ad esempio, accademie di belle arti); euro 2065,83 per ciascuna delle 15 borse di studio previste per studenti iscritti al primo anno dei corsi di laurea e di diploma universitario presso università statali o legalmente riconosciute nonché per quelli che frequentano gli anni successivi al 5° nell’ambito dei conservatori di musica.

Per potere partecipare al concorso gli studenti non devono aver frequentato da ripetenti l’a.s. 2001/2002, alla fine del quale devono aver conseguito la promozione alla classe o al corso successivo riportando una votazione media non inferiore a 7/10 o equiparata oppure con un giudizio complessivo non inferiore a "buono". Gli studenti iscritti al primo anno di corso nell’a.a. 2001/2002 devono aver conseguito non da ripetenti il diploma di istruzione secondaria di II grado nell’a.s. 2000/2001, riportando nell’esame conclusivo di Stato una votazione non inferiore a 70/100; devono, inoltre, aver superato alla data di scadenza del bando almeno un esame previsto dal piano di studio, se tale possibilità è prevista dall’ordinamento autonomo dell’istituto frequentato. Gli studenti che frequentano gli anni successivi al primo dei corsi di istruzione superiore (università, ecc.) devono aver sostenuto positivamente, alla stessa data, il numero di esami previsti dal piano di studi per l’anno frequentato, con una votazione media di almeno 24/30.

Le istanze di partecipazione, corredate da alcuni documenti (o autocertificazioni) specificati nell’apposito bando del Ministero dell’Interno pubblicato sulla G.U. n. 13 del 15/2/2002, dove sono anche precisate le modalità di presentazione della stessa domanda, devono essere inoltrate, entro il 30 settembre 2002, al Ministero dell’Interno – Dipartimento per gli affari interni e territoriali – Direzione centrale delle autonomie.