Home Attualità Call veloce: è partita

Call veloce: è partita

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Laddove le graduatorie sono esaurite, dal 28 agosto ha preso il via la call veloce, la chiamata diretta per immettere in ruolo a tempo indeterminato i docenti nei posti che restano vacanti e disponibili presso regioni o province diverse da quelle di pertinenza delle graduatorie a cui si appartiene. Le domande vanno presentate nell’arco di 5 giorni, dal 28 agosto al primo settembre, sulla piattaforma ministeriale POLIS.

Gli USR, a partire dal 2 settembre 2020, pubblicheranno gli elenchi degli insegnanti ammessi.

Ecco le indicazioni ministeriali presenti nel Decreto Ministeriale n.25 dell’8 giugno 2020.

ICOTEA_19_dentro articolo

Chi può presentare domanda

  • I soggetti inseriti nelle graduatorie utili per l’immissione in ruolo del personale docente ed educativo ai fini dell’assunzione a tempo indeterminato, in un’altra regione rispetto a quella di pertinenza della medesima graduatoria.
  • I soggetti inseriti nelle GAE possono presentare istanza per i posti disponibili in altre province della stessa regione rispetto alla provincia dove risultano collocati. I soggetti inseriti nella I fascia delle GAE, inseriti in due province, scelgono, comunque, una sola regione.
  • Sono esclusi dalla procedura i soggetti già di ruolo ovvero già destinatari di proposte di assunzione a tempo indeterminato in ciascun anno scolastico di riferimento.

Modalità di presentazione della Call veloce

  1. Tramite apposita piattaforma ministeriale, gli aspiranti presentano un’unica domanda, con l’indicazione della regione prescelta. Le domande presentate con modalità diverse non sono prese in
    considerazione.
  2. Con la domanda di partecipazione, ciascun aspirante dovrà:
    a) scegliere la regione di partecipazione;
    b) indicare:
    i. la provincia o le province di destinazione, esclusivamente nell’ambito della regione scelta;
    ii. le classi di concorso/tipo posto di interesse e le relative graduatorie di inserimento, che costituiscono titolo di accesso alla procedura di chiamata;
    iii. nel caso di più province di destinazione, l’ordine di preferenza tra le stesse e, per ciascuna provincia, l’ordine di preferenza tra le classi di concorso/tipo posto per i quali si partecipa;
    iv. in caso di un’unica provincia di destinazione, l’ordine di preferenza tra le classi di concorso/tipo posto per i quali si partecipa;
    c) indicare la regione/provincia di provenienza e l’USR responsabile della procedura concorsuale nel caso in cui sia stata disposta l’aggregazione territoriale dei concorsi.
  3. Il punteggio, le preferenze e le precedenze possedute, già registrate al sistema informativo, sono visualizzate e salvate nella base dati dell’istanza.

Il link ministeriale con il pdf della procedura di Call Veloce: https://www.miur.gov.it/documents/20182/2432359/Decreto+Ministeriale+n.25+del+08+giugno+2020.pdf/f1f30f9c-2910-1787-ea38-86291fb283ad?version=1.1&t=1591814328556

Sullo stesso argomento: https://www.tecnicadellascuola.it/immissioni-in-ruolo-concluse-le-assegnazioni-delle-sedi-adesso-si-parte-con-la-call-veloce

O anche: https://www.tecnicadellascuola.it/call-veloce-per-immissioni-in-ruolo-come-funziona-e-chi-puo-partecipare

CONDIVIDI
Preparazione concorso ordinario inglese