Home Politica scolastica Chimienti (M5S): Il PD, su ATA, predica bene ma razzola male

Chimienti (M5S): Il PD, su ATA, predica bene ma razzola male

CONDIVIDI

Le segreterie scolastiche con organici sottodimensionati sono oberate di lavoro straordinario. Sul problema dell’eccesso dei carichi di lavoro del personale ATA e della carenza di organico interviene la deputata del M5S Silvia Chimienti.

Nonostante la ministra Fedeli – afferma la Chimienti – abbia dichiarato che quella svolta dal personale Ata è una delle professioni più importanti del Paese e, il PD si fosse appellato affinché il Miur assumesse assistenti amministrativi su tutti i posti liberi, il Ministero dell’Istruzione ha emanato il 2 agosto scorso una circolare con cui ha reso noto che per il personale ausiliare tecnico amministrativo, nel 2017-2018, ci saranno meno posti in organico rispetto allo scorso anno.

Icotea

È dal 2014 – continua l’ analisi della deputata del M5S- che chiedo al Governo di stabilizzare anche il personale Ata precario con 36 mesi di servizio. Se questo fosse stato fatto- conclude la Chimienti- forse oggi non ci troveremmo in questa situazione di totale illegalità e di mancanza di tutela per i lavoratori della scuola.

Il bisogno di un incisivo reclutamento di nuovo personale ATA, da impiegare all’interno delle segreterie scolastiche, è molto reale. In particolare, nel periodo dell’aggiornamento delle graduatorie dei docenti di II e III fascia  per le supplenze, il personale amministrativo è stato sottoposto ad un carico di lavoro estenuante e molto complesso. 

In buona sostanza dice Silvia Chimenti, il PD, sul personale ATA, predica bene e razzola male. Infatti la circolare del 2 agosto 2017 riduce sostanzialmente, piuttosto che aumentare, i posti in organico del personale ATA rispetto all’anno scolastico 2016/2017.