Home Precari Chimienti (M5S): “Niente bonus per i precari”

Chimienti (M5S): “Niente bonus per i precari”

CONDIVIDI
  • Credion

Niente bonus. Per questo governo i precari non sono docenti.

Così l’on. Chimienti del M5S commenta l’esclusione dei supplenti dal beneficio del bonus di 500 euro. Un bonus elemosina che non riguarderà proprio coloro che sostengono con la loro opera la scuola italiana e ne garantiscono il regolare funzionamento.
La parlamentare pentastellata è ben chiara: “Il Mef emetterà nel mese di ottobre il bonus-elemosina di 500 euro per la formazione dei docenti. Da questa squallida manovra elettorale, che nulla ha a che vedere con una formazione seria e retribuita, sono esclusi i docenti non di ruolo.”
E’ l’ennesima beffa nei confronti di una categoria già ampiamente bistrattata, da sempre destinataria, nella nostra nazione, di un trattamento di serie B: “A rimarcare l’idea che i precari non sono docenti come gli altri e che meritano sempre il trattamento peggiore: niente ferie, niente scatti stipendiali, niente bonus per la finta formazione.”
Amara la conclusione: “Peccato che senza di loro non aprirebbero le scuole. Peccato che svolgano identiche funzioni rispetto ai colleghi di ruolo. Peccato che l’articolo 3 della nostra Costituzione sia molto chiaro in merito alle disparità di trattamento.”
E mentre ai danni dei precari viene perpetrato quest’ennesimo sopruso, si attende ancora la stabilizzazione di tutti i supplenti come richiesto dall’Europa. Per ora resta questo contentino che da domani verrà emesso a favore dei docenti di ruolo. Loro sì che sono insegnanti…

Icotea