Home Università e Afam Civati: Il Governo del merito non si occupa delle borse di studio

Civati: Il Governo del merito non si occupa delle borse di studio

CONDIVIDI
  • Credion

Il deputato di Possibile, Pippo Civati, dal suo blog lancia un’altra accusa al governo, reo di non aiutare gli studenti con borse di studio adeguate:  “Il Quadro è questo: le Regioni sono senza più un euro e al Sud non ci sono più borse di studio. Il record negativo spetta alla Calabria dove non ricevono la borsa due aventi diritto su tre. In Sicilia meno del 50% e così in Campania. Il dato nazionale parla del 67%.

LA TECNICA DELLA SCUOLA E’ SOGGETTO ACCREDITATO DAL MIUR PER LA FORMAZIONE DEL PERSONALE DELLA SCUOLA E ORGANIZZA CORSI IN CUI È POSSIBILE SPENDERE IL BONUS.

Icotea

{loadposition bonus}

TUTTE LE NOTIZIE SUL CONCORSO ANCHE SU TELEGRAM!

Oggi Repubblica riporta che lo Stato italiano spende per i sussidi agli studenti 600 milioni di euro, mentre Germania e Francia ne spendono rispettivamente 4 miliardi e  3,6. Per di più – lo denuncia Link – sono cambiati i parametri e sono ridottissimi i beneficiari. Solo 107mila, il minimo storico.

Il Governo  blatera di merito quando servirebbe un fronte parlamentare per rimettere al centro il tema del diritto allo studio da cui dipendono tutte le altre questioni.

Perché se questo Paese (con buona pace delle dichiarazioni gravitazionali – nel senso di autocentrate – del governo attualmente in carica) non sostiene nemmeno chi studia, dà esami, ha una media buona, ha una famiglia che fa fatica allora conviene lasciar perdere”