Concorsi a cattedra: quando partiranno? Serviranno ancora i 24 CFU?

CONDIVIDI

Eccoci all’appuntamento settimanale con la rubrica “A domanda risponde” curata dal prof. Lucio Ficara, esperto di normativa scolastica. Una serie di risposte alle domande poste dai lettori sulla questione dei concorsi a cattedra.

DOMANDA n. 1

Icotea

Quando partiranno i concorsi a cattedra ordinari? Che tipo di prove e quali punteggi saranno assegnati?

RISPOSTA

Il CSPI ha fatto già i suoi rilievi ed ha espresso il suo parere, quindi entro la fine del mese di novembre e comunque entro quello di dicembre 2021, sarà pubblicato il decreto che disporrà modalità e tempi del prossimo concorso ordinario. Ci sarà una prova scritta, computer based, con 50 quesiti a risposta multipla (40 riferiti alla disciplina specifica, 5 alle competenze digitali e altri 5 riferiti alle competenze linguistiche) della durata di 100 minuti, passa all’orale chi avrà conseguito un punteggio minimo di 70 su 100. Il colloquio orale accerterà le competenze disciplinari e la capacità di progettazione didattica, durerà al massimo 45 minuti, per essere inseriti in graduatoria di merito bisogna avere riportato una votazione di almeno 70 su 100.

DOMANDA n. 2

Concorso straordinario 2021 chi potrà partecipare e quale tipo di prove sono previste?

RISPOSTA

Al concorso straordinario 2021 potrà partecipare il docente precario con almeno 3 anni di servizio nelle scuole pubbliche svolti negli ultimi 5 anni (i tre anni non devono essere necessariamente consecutivi) e almeno uno dei 3 anni di servizio deve essere stato svolto nella classe di concorso che viene richiesta. Il tipo di prova o prove che sarà o saranno somministrate non è ancora dato saperlo, si ipotizza una sola prova, orale, in cui il candidato espone in 40 minuti una specifica unità didattica.

DOMANDA n. 3

È vero che per accedere ai futuri concorsi ordinari anche per gli STEM sono stati aboliti i 24 CFU?

RISPOSTA

Si tratta di una bufala pubblicata in qualche sito web, per adesso e forse ancora per qualche tempo, per accedere ai concorsi a cattedra ordinari servirà l’idoneo titolo di accesso, ovvero la laurea con tutti i crediti previsti dal DPR n.19/2016 e successive modifiche e i 24 CFU.

Ottieni i 24 CFU con La Tecnica della Scuola

Corsi di preparazione al concorso scuola

Per prepararti al concorso, segui il corso Guida alla normativa scolastica, come da ALLEGATO A del concorso ordinario per scuola secondaria.

Per prepararti al concorso, segui il corso Guida alla normativa scolastica, come da ALLEGATO A del concorso ordinario per scuola dell’infanzia e primaria.

Per prepararti sui temi pedagogico-didattici, il corso Conoscenze pedagogico-didattiche di base del docentescuola secondaria.

Per prepararti sui temi pedagogico-didattici, il corso Conoscenze pedagogico-didattiche di base del docentescuola infanzia e primaria.

Per prepararti sui temi della didattica digitale, il corso e-learning Nuove tendenze della didattica, tra digitale e innovazione, destinato a docenti di ogni ordine e grado.

Ambiti disciplinari

Per prepararsi in ambito disciplinare, area filosofica, classe di concorso A18, segui il corso Preparazione concorso ordinario Filosofia e Scienze umane, a cura di Angelo Morales.

Per prepararsi in ambito disciplinare, area filosofica classe di concorso A19, segui il corso Preparazione concorso ordinario Filosofia e Storia, a cura di Salvatore Di Stefano.

Per prepararti al concorso ordinario in ambito linguistico segui il corso Concorso ordinario Ingleseclasse di concorso A24, A25.