Home Concorsi Concorsi ordinari: tutto quello che i docenti devono sapere

Concorsi ordinari: tutto quello che i docenti devono sapere

CONDIVIDI

L’art. 59 del decreto 73 del 25 maggio 2021 oltre a trattare delle “Misure straordinarie per la tempestiva nomina dei docenti di posto comune e di sostegno”, interviene e modifica le procedure riguardanti i concorsi ordinari per il personale docente per la scuola dell’infanzia, primaria e secondaria per i posti comuni e di sostegno.

  • Come sono state modificate le procedure concorsuali?

È stata abolita la prova preselettiva

Icotea

La prova scritta con quesiti a risposta aperta è stata sostituita con un’unica prova con più quesiti a risposta multipla.

La prova orale e la valutazione dei titoli resta confermata?

Sì. Resta confermata sia la prova orale sia la valutazione dei titoli

  • Sarà pubblicata prima una serie di quesiti dai quali trarre quelli degli esami?

No. Ciò era previsto per la prova preselettiva che è stata eliminata.

  • Su quali argomenti verteranno i quesiti?

I quesiti verteranno sulle discipline della classe di concorso o tipologia di posto per il quale ogni candidato ha chiesto di partecipare, sull’informatica e sull’inglese.

  • Di quanti quesiti sarà articolata la prova scritta?

La prova scritta sarà articolata in 50 quesiti, 40 sulla disciplina della classe di concorso, 5 d’informatica e 5 d’inglese.

  • Quanto tempo è concesso per svolgere la prova scritta?

Per svolgere la prova scritta è previsto un tempo di 100 minuti, fermi restando gli eventuali tempi aggiuntivi di cui all’articolo 20 della legge 5 febbraio 1992, n. 104.

  • Quale punteggio bisogna conseguire per essere ammessi alla prova orale?

Per essere ammessi alla prova orale occorre conseguire un punteggio minimo di 70/100.

  • La prova orale su quali argomenti verterà?

La prova orale verterà sui programmi previsti dal bando del 2020.

  • Saranno riaperti i termini per il concorso ordinario?

No. Il comma 11 espressamente afferma che con decreto del ministero saranno apportate le dovute modifiche “senza che ciò comporti la riapertura dei termini per la presentazione delle domande o la modifica dei requisiti di partecipazione”.

iscriviti

ISCRIVITI al nostro canale Youtube

METTI MI PIACE alla nostra pagina Facebook