Home Concorsi Concorso 2018 abilitati, il 13 aprile le sedi della prova orale delle...

Concorso 2018 abilitati, il 13 aprile le sedi della prova orale delle classi di concorso con pochi candidati

CONDIVIDI

Come abbiamo scritto in precedenza, il Ministero dell’Istruzione, in merito al concorso docenti 2018 riservato agli abilitati, sta fornendo istruzioni precise agli USR. Fra queste, la nota Miur del 20 febbraio scorso, in cui vengono riassunti alcuni punti importanti

Il 13 aprile le sedi della prova orale per le classi di concorso con pochi candidati

La nota in questione, specifica il Miur “non appena conosciuto il numero delle domande e la loro esatta distribuzione territoriale, provvederà nella G.U. 4a Serie Speciale – Concorsi ed Esami del 13 aprile 2018 – alla pubblicazione dell’aggregazione territoriale delle procedure relative a classi di concorso/posti di sostegno con numero esiguo di candidati (art. 2 comma 2 del bando)”.

Inoltre, per quanto riguarda le commissioni “dal 20 marzo al 9 aprile, coloro che intendano candidarsi in qualità di componenti delle commissioni potranno presentare domanda on-line tramite POLIS, ad eccezione dei professori universitari e dei docenti del settore AFAM, che la presenteranno tramite la piattaforma del consorzio CINECA”.

In mezzo alla notizia

Nota Concorso

Le GMRA portano al terzo anno di FIT

La Uil Scuola spiega tramite delle schede riassuntive che conclusa la procedura concorsuale, entro settembre 2018 e “sulla base del punteggio conseguito nella prova orale e dei titoli posseduti, “sarà predisposta la graduatoria di merito regionale (GMRA). Annualmente è previsto lo scorrimento della predetta graduatoria e i docenti, scaglionati negli anni sulla base della disponibilità di posti a loro riservati, potranno accedere direttamente al terzo anno del FIT (percorso di formazione iniziale, tirocinio e inserimento nella funzione docente)”.

Il terzo anno di FIT vale come anno di prova

La Uil ha anche spiegato che “i docenti che accedono al terzo anno del FIT, su una quota di posti a loro riservati ogni anno, otterranno un incarico di supplenza annuale con retribuzione piena. Il terzo anno del percorso FIT è finalizzato specificamente a verificare la padronanza degli standard professionali da parte dei docenti e si conclude con una valutazione finale che, se positiva, determina l’immissione in ruolo (la terza annualità del FIT assolve l’anno di prova).

Nessun aggiornamento

È interessante anche la specifica sindacale sul fatto che la graduatoria di merito regionale degli abilitati, una volta predisposta, non si aggiornerà “mai. Ciascuna GMRA è costituita una volta per tutte, non si aggiornerà né in termini di punteggio, né a livello regionale. Sarà soppressa al suo esaurimento”.

Niente depennamento

Per quanto riguarda, infine, il depennamento da tutte le graduatorie di merito regionali, nonché da tutte le graduatorie ad esaurimento e di istituto ad esaurimento e di istituto, questo “avverrà con l’ammissione al terzo anno FIT. L’inserimento nella GMRA non comporterà alcun immediato depennamento dalle altre graduatorie”.

Questo significa che il conseguimento di una supplenza annuale non comporterà alcuna esclusione, né da GaE, né da graduatorie d’istituto o di merito.

Leggi tutte le altre FAQ della Uil Scuola sul concorso docenti abilitati, riservato alla scuola secondaria.

 

Così si svolgeranno le prove

La prova orale, non selettiva, si svolgerà a partire dal mese di aprile. Le graduatorie regionali di merito dovrebbero essere approvate entro il 31 agosto 2018.

Concorso

SCARICA IL BANDO

Prova orale non selettiva

I candidati – così come segnala la Flc Cgil in una scheda sul proprio sito – saranno avvertiti, almeno 20 giorni prima della data prevista, attraverso l’indirizzo di posta elettronica indicato nella domanda. I calendari saranno anche pubblicati sui siti degli uffici scolastici regionali

Le tracce da estrarre sono predisposte dalla commissione in numero pari a tre volte quello dei candidati previsti.

Ciascun candidato estrae la traccia su cui svolgere la prova 24 ore prima dell’orario programmato. Le tracce estratte sono escluse dai successivi sorteggi.

La prova orale avrà una durata non superiore a 45 minuti

La prova orale consiste in una lezione simulata e nell’esplicitazione delle scelte didattiche e metodologiche in relazione ai contenuti disciplinari e al contesto scolastico indicati dalla commissione.

La prova orale valuta anche la capacità di comprensione e conversazione nella lingua straniera prescelta dal candidato almeno al livello B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue

Per le classi di concorso incluse negli ambiti disciplinari verticali definiti con il DM 93/16 (AD01: A001, A017 – AD02: A048, A049 – AD03: A029, A030 – AD04: A012, A022 – AD05 [per ogni lingua]: A024, A025), la prova è unica per entrambe le classi di concorso, anche se le graduatorie saranno distinte per ogni classe di concorso. Pertanto la traccia potrebbe riferirsi ai contenuti di entrambe le classi di concorso incluse nell’ambito.

Punteggio della prova orale

Alla prova orale è assegnato un punteggio massimo di 40 punti: non è previsto un punteggio minimo. Alla capacità di comprensione e conversazione nella lingua straniera sono assegnati massimo 3 punti dei 40. Alle competenze sull’utilizzo delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione sono assegnati massimo 3 punti dei 40.

Il Ministero dell’Istruzione ha lanciato il sito dedicato con tutte le info utili, un valido supporto per tutti gli aspiranti.

Il concorso, ribadiamo, è la prima delle tre selezioni che il Ministero sta avviando in base a quanto previsto dal Decreto Legislativo 13 aprile 2017 n. 59 che introduce un nuovo modello di reclutamento per la scuola secondaria.