Home Concorsi Concorso 2018 per abilitati, dentro anche i docenti di ruolo con riserva?

Concorso 2018 per abilitati, dentro anche i docenti di ruolo con riserva?

CONDIVIDI

La ministra Fedeli lo ha detto: “anticipiamo entro la fine dell’anno la pubblicazione del bando di concorso destinato ai soli docenti abilitati”.
Per il momento non abbiamo novità sostanziali in merito alla pubblicazione del bando, ma ci sarebbe un’anticipazione da parte del sindacato FLP Scuola di Foggia, che proporrebbe una bozza di quello che sarà il bando nazionale atteso.

Anticipazioni bando FLP Scuola Foggia: dentro anche i docenti di ruolo ammessi con riserva

Uno dei punti più interessanti relativi al documento pubblicato dal sindacato FLP, riguarda il possibile inserimento nella procedura concorsuale di quei docenti di ruolo assunti con riserva, quindi ad esempio i docenti TFA e PAS inseriti in GaE e in alcuni casi assunti a tempo indeterminato appunto con riserva: “Non sono ammessi al concorso coloro che siano titolari di un contratto di lavoro a tempo indeterminato da docente presso le scuole statali. Sono ammessi con riserva i docenti che siano stati inseriti nelle graduatorie ad esaurimento in forza di provvedimenti giudiziari non definitivi alla data termine per la presentazione delle istanze di partecipazione al concorso di cui al presente decreto e che abbiano, per tale ragione, stipulato contratti di lavoro a tempo indeterminato soggetto a condizione risolutiva, purché in possesso del titolo di abilitazione o di specializzazione di cui al comma 1”.

Sostegno

Dalla lettura della bozza, pare per il momento confermata la procedura per il sostegno: “Sono ammessi con riserva alla procedura concorsuale per posti di sostegno i docenti abilitati che conseguano il relativo titolo di specializzazione entro il 30 giugno 2018, nell’ambito di percorsi avviati entro il 31 maggio 2017, ivi compresi quelli disciplinati dal Decreto del Ministro 10 marzo 2017, n. 141” e inoltre, “sono altresì ammessi con riserva coloro che, avendo conseguito il titolo abilitante o la specializzazione sul sostegno all’estero entro il 31 maggio 2017 abbiano comunque presentato la relativa domanda di riconoscimento alla Direzione generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale di istruzione, entro la data termine per la presentazione delle istanze per la partecipazione alla procedura concorsuale”.

In mezzo alla notizia

Confermata anche la questione dei diplomati ITP, che oltre alla possibilità di partecipazione al concorso per posti comuni solo se iscritti nelle graduatorie ad esaurimento oppure se inclusi nelle graduatorie di istituto di II fascia, questi potranno accedere al concorso per il sostegno se, oltre all’inclusione nelle GaE o nelle GI di seconda fascia di istituto, avranno anche la specializzazione sul sostegno, ovviamente, riferito allo stesso grado di istruzione delle graduatorie in cui sono iscritti.

LE ALTRE INFO DELLA BOZZA ALLA PAGINA SUCCESSIVA