Home Precari Concorso infanzia e primaria, ecco in quali Regioni sarà bandito

Concorso infanzia e primaria, ecco in quali Regioni sarà bandito

CONDIVIDI
  • Credion

Nell’ormai prossimo bando del concorso ordinario per l’infanzia e la primaria saranno banditi 10.624 posti per l’anno scolastico 2020/2021 e 6.335 per l’anno scolastico 2021/2022, concorso che impegnerà i candidati in due prove (scritta e orale) e in una probabile prova preselettiva. I posti della primaria saranno più del doppio di quelli dell’infanzia, in tutte le Regioni ci saranno dei posti disponibili per concorrere.

Ecco le Regioni con più posti disponibili

Nella scuola dell’infanzia della Lombardia ci saranno 617 posti disponibili tra quelli comuni e quelli di sostegno, mentre per la primaria sono 3624 tra posti comuni e sostegno. In Piemonte i posti disponibili per l’infanzia sono 463 e per la primaria 1413.

Icotea

In Veneto per la scuola primaria sono disponibili 1587 posti tra posti comuni e sostegno mentre per l’infanzia i posti sono solamente 226. In Emilia Romagna sono disponibili 1252 posti alla primaria e 290 all’infanzia. Molto meno i posti disponibili i posti al sud, dove in Calabria ci sono solamente 256 posti alla primaria tra comuni e sostegno, mentre all’infanzia 167 posti tra comuni e sostegno. In Campania ci sono 426 posti alla primaria e 223 all’infanzia. In Sicilia 317 posti alla primaria e 287 all’infanzia.

Ovviamente dei numeri di posti indicati, solo il 50% per ogni regione può essere assegnato alle immissioni in ruolo.

Per alcune Regioni ci sarà prova preselettiva

Lo svolgimento di una prova preselettiva per il concorso infanzia e primaria non è cosa certa, ma dipende dal numero di domande di ogni singola Regione.

La prova preselettiva scatta ai sensi dell’art.3, comma 6, del DM 327/2019:”I bandi di cui all’art. 11 possono prevedere lo svolgimento di un test di preselezione che precede le prove di cui al comma 4, qualora a livello regionale e per ciascuna distinta procedura, il numero dei candidati sia superiore a quattro volte il numero dei posti messi a concorso”.

Dunque se in Lombardia sono messi a bando 900 posti di sostegno scuola primaria e i partecipanti sono 3500, poiché 3500 è minore del quadruplo di 900, allora non ci sarà la prova preselettiva.

Per i posti comuni e soprattutto nelle Regioni del sud, la prova preselettiva sembra essere scontata visto il grande numero di candidati rispetto alla disponibilità dei posti. La prova preselttiva è unica su tutto il territorio nazionale e sarà svolta in modalità computer based.