Home Concorsi Concorso ordinario infanzia e primaria, ci sarà batteria di test per la...

Concorso ordinario infanzia e primaria, ci sarà batteria di test per la preselettiva

CONDIVIDI

La rottura fra Miur e sindacati in merito ai concorsi scuola, ha portato alla proclamazione dello sciopero il 17 marzo. Tuttavia, è emersa una certezza per quanto riguarda il concorso infanzia e primaria: sarà pubblicata la batteria di test in previsione della prova preselettiva.

Concorso infanzia e primaria, ok alla batteria di test per la prova preselettiva

Infatti, fra i vari temi esposti dalle sigle sindacali a proposito dei no del Ministro Azzolina, c’è un punto che chiarisce a proposito del concorso infanzia e primaria: “In merito alla procedura straordinaria per titoli ed esami per l’immissione in ruolo di personale docente della scuola secondaria di primo e secondo grado, su posto comune e di sostegno, si conferma in primo luogo l’intenzione di non procedere alla prepubblicazione dei quesiti oggetto della prova scritta.
Trattasi, infatti, di prova scritta selettiva volta ad accertare il possesso, da parte dei candidati, di specifiche competenze: ne consegue l’impossibilità, sia logica che giuridica, di utilizzare
meccanismi tipici di una prova preselettiva, essendone totalmente differente la ratio. La richiesta di prepubblicazione dei quesiti è stata pertanto accolta per le sole procedure ordinarie”. Questo stralcio è ripreso dal sito della Uil Scuola e chiarisce appunto che ci sarà una batteria di quesiti che verrà pubblicata per la prova preselettiva.

Concorso scuola 2020 infanzia e primaria: ci sarà la prova preselettiva?

Il decreto ministeriale chiarisce che “Lo svolgimento di un test di preselezione qualora il numero dei candidati sia superiore a quattro volte il numero dei posti messi a concorso”.

ICOTEA_19_dentro articolo

Ne consegue che la possibilità di avere la prova preselettiva sarà data proprio dal numero di istanze ricevute, ovvero se le domande supereranno quattro volte i posti disponibili messi a bando. Posti, ricordiamo, che oscillano fra 15 e 17 mila.

Il decreto, evidenziamo, accoglie “l’eliminazione dell’accertamento della lingua inglese nei test di preselezione”. Ciò vuol dire che nella prova preselettiva non ci saranno quesiti di accertamento della lingua inglese.

 

PREPARAZIONE CONCORSO ORDINARIO INFANZIA E PRIMARIA

 

Prova preselettiva concorso scuola infanzia e primaria

Nel caso di prova preselettiva, ricordiamo che questa sarà computer-based, unica per tutto il territorio nazionale, volta all’accertamento delle capacità logiche, di comprensione del testo nonché di conoscenza della normativa scolastica.

Alla prova scritta sarà ammesso un numero di candidati pari a tre volte il numero dei posti messi a concorso nella singola regione per ciascuna procedura.

Saranno inoltre ammessi coloro che, all’esito della prova preselettiva, abbiano conseguito il medesimo punteggio dell’ultimo degli ammessi, oltre ai soggetti dicui all’art. 20, comma 2-bis, della legge 5 febbraio 1992, n. 104.

Il mancato collocamento in posizione utile alla prova preselettiva comporta l’esclusione dalla procedura concorsuale.

Il punteggio della prova preselettiva non concorre alla formazione del voto finale nella graduatoria di merito.

Concorso docenti infanzia e primaria: i requisiti per partecipare

Il decreto specifica che saranno ammessi a partecipare al concorso docenti infanzia e primaria i candidati in possesso di uno dei seguenti titoli:

  1. titolo di abilitazione all’insegnamento conseguito presso i corsi di laurea in scienze della formazione primaria o analogo titolo conseguito all’estero e riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente;
  2. diploma magistrale con valore di abilitazione e diploma sperimentale a indirizzo linguistico, conseguiti presso gli istituti magistrali, o analogo titolo di abilitazione conseguito all’estero e riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente, conseguiti, comunque, entro l’anno scolastico 2001/2002.

Per quanto concerne invece le procedure per i posti di sostegno su infanzia e primaria è richiesto inoltre il possesso dello specifico titolo di specializzazione sul sostegno conseguito ai sensi della normativa vigente o di analogo titolo di specializzazione conseguito all’estero e riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente.

Infine, saranno ammessi con riserva coloro che, avendo conseguito all’estero i titoli abbiano comunque presentato la relativa domanda di riconoscimento alla Direzione generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale di istruzione, entro la data termine per la presentazione delle istanze per la partecipazione alla procedura concorsuale.

Concorso docenti infanzia e primaria: la procedura

Il concorso scuola infanzia e primaria 2020 sarà articolato in una prova scritta, in una prova orale e nella successiva valutazione dei titoli.

 

TUTTO SUL CONCORSO INFANZIA E PRIMARIA

IL DECRETO

TABELLA DEI TITOLI VALUTABILI

REQUISITI DEI COMPONENTI DELLE COMMISSIONI

FORMAZIONE DELLE COMMISSIONI