Home Attualità Concorso per parlare di disabilità, diritti, beni comuni e partecipazione

Concorso per parlare di disabilità, diritti, beni comuni e partecipazione

CONDIVIDI

È stato lanciato lo scorso 25 novembre il concorso del Cesvop di Palermo: “Volontariato? Anch’io. I giovani, la solidarietà e la partecipazione”, rivolto ai giovani con un’età compresa tra i 15 e i 25 anni.

Il concorso si è aperto in occasione della presentazione del progetto sui beni comuni “Il Volontariato lascia il segno”, che si è tenuta nel Centro Polivalente di Campobello di Licata, davanti ad oltre 200 alunni delle scuole superiori di Agrigento, Campobello di Licata, Canicattì, Favara, Sciacca e Ravanusa. Si tratta di un percorso che punta a far riscoprire ai giovani gli spazi e le risorse che vanno riqualificati e ridati all’uso della comunità e delle fasce più deboli.

Icotea

LA TECNICA DELLA SCUOLA E’ SOGGETTO ACCREDITATO DAL MIUR PER LA FORMAZIONE DEL PERSONALE DELLA SCUOLA E ORGANIZZA CORSI IN CUI È POSSIBILE SPENDERE IL BONUS.

{loadposition bonus}

All’interno del progetto sono previsti sei laboratori da proporre alle scuole e il concorso indetto dal Csv, che prevede 4 categorie: foto/fotomontaggi/spot /cortometraggi; elaborati scritti; elaborati grafico-pittorici anche in versione multimediale; elaborati progettuali. I ragazzi potranno scegliere una categoria per sviluppare uno di questi temi: solidarietà e disabilità nella vita quotidiana; diritti della persona, immigrazione e inclusione sociale; beni comuni, beni di tutti: valorizzarli e averne cura; cittadini oggi: giovani e partecipazione.

C’è tempo fino al 29 febbraio per partecipare ed inviare la propria opera, presso la sede del Cesvop: Via Maqueda, 334 – 90134 Palermo. La premiazione del concorso avverrà durante il raduno giovanile che si svolgerà nel mese di aprile 2016. Per informazioni e per scaricare il testo del bando e la modulistica visita il sito del Csv.