Home Archivio storico 1998-2013 Generico Concorso riservato dirigenti scolastici: precisazioni

Concorso riservato dirigenti scolastici: precisazioni

CONDIVIDI
  • Credion

Requisiti di partecipazione.
Possono partecipare i candidati in possesso di laurea o titolo equiparato con un servizio effettivamente prestato, dopo la nomina in ruolo, di almeno sette anni nei rispettivi settori formativi della scuola elementare o media o del settore della scuola secondaria superiore o degli Istituti educativi e che abbiano ricoperto per almeno un triennio la funzione di preside incaricato oppure di vice rettore incaricato o vice direttrice incaricata negli istituti educativi.
I requisiti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine di presentazione della domanda di partecipazione.
Il requisito del servizio di sette anni si intende posseduto anche se prestato in settori formativi diversi.
La scelta del settore di partecipazione al concorso è consentita al candidato qualora si abbiano i requisiti dei sette anni di servizio in più settori formativi. Se, invece, i sette anni di servizio siano stati prestati in settori diversi, il settore formativo di partecipazione al concorso è quello ove il candidato ha prestato più anni di servizio in ruolo. A parità di anni di servizio in più settori formativi, per un periodo inferiore ai sette anni di ciascun settore formativo, il settore formativo di partecipazione al concorso è quello in cui si presta servizio al momento della domanda.
Validità di servizi.

Il servizio effettivamente prestato è valido se effettuato per almeno 180 giorni per anno scolastico, anche se l’anno scolastico non è terminato alla data di scadenza del termine di presentazione della domanda di ammissione al concorso.
Considerato che i requisiti debbono essere posseduti entro il termine ultimo di presentazione della domanda, coloro che hanno già maturato il biennio di preside incaricato, per 38 giorni non maturano i 180 giorni del terzo anno di incarico. La loro esclusione viene considerata ingiusta e sarà fonte di contenzioso perché bastava pubblicare il bando del concorso anche il 28 gennaio 2003 per maturare i prescritti 180 giorni.
Può, eventualmente, maturare uno o entrambi i due requisiti soltanto il personale interessato che presta servizio nel corrente anno scolastico nelle scuole italiane all’estero dell’emisfero australe laddove l’anno scolastico inizia il 1° marzo e termina il 28 febbraio. In queste ipotesi gli interessati si avvalgono del comma 3, art. 4 del bando.

Nella nostra rassegna n. 9 del 10 gennaio 2003 abbiamo pubblicato, altre a un ampio commento e le norme del bando di concorso, anche l’Allegato 1 che riguarda i 1.500 posti messi a concorso, la Tabella di Valutazione dei titoli e l’Allegato tecnico concernente i contenuti dell’attività formativa.
Gli allegati 2, 2/1, 3, 4 e 5 si possono ricavare da questo sito.

Infine con la seguente nota il Ministero dell’Istruzione ha charito il numero dei posti messi a concorso in Friuli Venezia-Giulia:

Icotea

Comunicato del Dipartimento per i servizi nel territorio – Direzione Generale del Personale della Scuola e dell’Amministrazione – Uff. V
del 2 gennaio 2003


Nella Gazzetta Ufficiale – IV serie speciale – n. 100 del 20 dicembre 2002 è stato pubblicato il bando di concorso di cui al D.D.G. del 17/12/2002, per complessivi 1.500 posti di dirigente scolastico riservato ai presidi incaricati. Al riguardo, si precisa che all’allegato 1) del suddetto bando, nel numero dei posti messi a concorso in corrispondenza della regione Friuli-Venezia Giulia, sono ricompresi i posti relativi alle scuole con lingua d’insegnamento slovena. In particolare, n. 2 posti per il settore formativo della scuola elementare e secondaria di primo grado e n. 1 posto per il settore formativo della scuola secondaria di secondo grado, per i quali sarà indetto apposito bando dal responsabile dell’Ufficio scolastico regionale del Friuli – Venezia Giulia.

IL DIRETTORE GENERALE
Antonio Zucaro