Home I lettori ci scrivono Contestazioni test preliminare Tfa A038

Contestazioni test preliminare Tfa A038

CONDIVIDI
  • Credion

In merito alla prova della classe di concorso A038 vorrei esprimere la mia contestazione riguardo alcune risposte pubblicate dal Cineca.

DOMANDA 1

Icotea

Una scolaresca sta studiando quali sono i parametri da cui dipende il diverso  galleggiamento dei  corpi in acqua. Prendono 5 palle da ping pong riempite con quantità crescenti  di pongo e le pongono  sulla superficie dell’acqua contenuta in una vaschetta. Quale tra le seguenti  ipotesi stanno  esplorando gli studenti?

A) Tanto più pesante è un corpo, tanto più affonda

B) Tanto maggiore è il volume di un corpo tanto meglio galleggia

C) I corpi di densità maggiore di quella dell’acqua affondano

D) I corpi galleggiano in maniera diversa in liquidi diversi

La risposta giusta non è la lettera A ma la lettera C. Se una scolaresca  studia i parametri da cui dipende il galleggiamento dei corpi in acqua, è ben  noto che il parametro da cui dipende il galleggiamento dei corpi in acqua è la  densità del corpo rispetto a quella del liquido in cui viene immerso e non in  generale il suo peso. Inoltre l’espressione “tanto più affonda” non ha molto  senso fisico perchè un corpo o affonda o non affonda, non può affondare di più  o di meno. Ad ogni modo è ben chiaro nella domanda che gli studenti variano la  massa dell’oggetto immerso (“riempite con quantità crescenti di pongo “)  lasciandone invariato il volume (“5 palle da ping pong”), dunque quello che  stanno variando è la densità. Se avessero voluto  trovare la relazione tra il  peso e il galleggiamento, perchè prendere tutte palle con stesso volume e  stesso materiale e non prendere invece oggetti diversi? Inoltre in questo caso,  essendo il volume un parametro fisso, la variazione di densità coincide con la  variazione della massa e quindi del peso. Dunque si potrebbe considerare al più  ANCHE esatta la risposta A, oltre che la C. In questo caso il quesito avrebbe  due risposte entrambe accettabilil. A mio parere il quesito andrebbe annullato  perchè ambiguo e perchè potrebbe ammettere due possibili risposte esatte.

DOMANDA 32

Due fili A e B paralleli, lunghi alcuni metri e posti ad una distanza d di  qualche centimetro, sono  percorsi da correnti concordi. Che forza, con buona approssimazione, si  esercita tra essi?

A) Una forza repulsiva, inversamente proporzionale a d

B) Una forza repulsiva, proporzionale a d

C) Una forza attrattiva, proporzionale a d

D) Una forza attrattiva, inversamente proporzionale a d

La risposta esatta è la D e non la A. Due fili percorsi da correnti concordi  si attraggono, come è facilmente deducibile analizzando il verso della forza di  Lorentz che agisce sulle cariche in moto nei fili e come è chiaramente scritto  in tutti i libri di fisica.