Home Archivio storico 1998-2013 Generico Corsi speciali abilitanti al via a gennaio

Corsi speciali abilitanti al via a gennaio

CONDIVIDI
webaccademia 2020

L’art. 2 della legge n. 143 del 4 giugno 2004, ha stabilito che, nell’anno accademico 2004/2005 e comunque non oltre la data di entrata in vigore del decreto legislativo attuativo dell’art. 5 della legge 28/3/2003 n. 53, le Università e le Istituzioni di Alta formazione artistica e musicale istituiscano, nell’ambito delle proprie strutture didattiche, corsi speciali di durata annuale riservati ai docenti privi di abilitazione o idoneità all’insegnamento in possesso di determinati requisiti.
Per evitare differenti interpretazioni tra i vari Atenei e diversi criteri di valutazione dei suddetti corsi, la legge n. 143/2004 prevede all’articolo 2, comma 3/bis che il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca emani precise disposizioni relative alle modalità di attuazione dei corsi stessi, al numero minimo di iscritti per ordine di scuola, ai tempi e all’individuazione delle sedi universitarie di attivazione dei corsi, tenendo conto dell’attività lavorativa dei corsisti ammessi che operano in scuole dislocate su tutto il territorio nazionale.
Per definire questi ultimi percorsi formativi presso il Miur, sin dal mese di settembre 2004 si è insediata un’apposita commissione di lavoro composta da rappresentanti delle Università e dirigenti ministeriali.
Nell’ultimo incontro, avvenuto tra le OO.SS., alcuni dirigenti del Miur e rappresentanti delle Università  giovedì 11 novembre, è stato fornito un quadro informativo relativamente all’organizzazione didattica dei corsi.

Sono istituiti due corsi distinti rivolti a docenti di scuola dell’infanzia e di quella primaria. Uno dei corsi consentirà il conseguimento del titolo di specializzazione per docenti già in possesso di abilitazione e dei 360 giorni di servizio sul sostegno e l’altro il conseguimento dell’abilitazione per i docenti già in possesso del titolo di specializzazione e dei 360 giorni di servizio sul sostegno.

I docenti di scuola primaria che devono conseguire l’abilitazione devono recuperare solo le discipline di studio non affrontate con presenza in laboratori e produzione di un progetto finale.

– La parte teorica si articola in 20 ore per 15 insegnamenti per un totale di 300 ore.
– I laboratori, coordinati da un tutor, sono differenziati fra scuola primaria e scuola dell’infanzia.
– In tutto, compreso lo studio individuale con materiale bibliografico, il corso ha la durata di 700 ore.
– La frequenza, prevista in 2 pomeriggi settimanali più la giornata del sabato, è obbligatoria.

– Il corso è valido se non si registrano assenze superiori al 30 % del totale della frequenza.
– E’ possibile maturare crediti relativi a precedenti percorsi formativi fino ad un massimo del 20% delle ore.

ICOTEA_19_dentro articolo

Considerata la frammentazione delle sedi universitarie dislocate su tutto il territorio nazionale è possibile che parte della formazione, potrà essere gestita in videoconferenza.
Per quei docenti che devono conseguire la specializzazione sull’handicap, lo schema del corso è analogo a quello organizzato per acquisire l’abilitazione e prevede un totale di 700 ore.
Per i docenti laureati sono previsti corsi della durata di 500 ore:

– calendario delle attività dei corsi: il lunedì e il venerdì pomeriggio e il sabato mattina;
– numero minimo di corsisti per attivare un corso: 50;
– test non selettivo: previsto solo a carattere orientativo per la formazione di gruppi omogenei;
– avvio dei corsi: previsto secondo l’ordine di elencazione di cui all’art. 2 della legge n. 143/2004, dovrebbero così essere avviati prima i corsi dei docenti in possesso del titolo di specializzazione per il sostegno, del servizio di insegnamento in detta attività e privi di abilitazione o idoneità e subito dopo gli altri.
Inizio dei corsi: presumibilmente entro gennaio 2005.

CONDIVIDI
Preparazione concorso ordinario inglese