Home Attualità Cosa significa Governo tecnico? Quale profilo per il ministro dell’Istruzione?

Cosa significa Governo tecnico? Quale profilo per il ministro dell’Istruzione?

CONDIVIDI
  • Credion

Cosa significa Governo tecnico? E quale profilo per il Ministro dell’Istruzione? Come inizia la parentesi Draghi e cosa dobbiamo attenderci?

L’espressione governo tecnico è spesso usata in modo alternativo rispetto ai termini governo di scopo, governo istituzionale, governo di larghe intese e similari. Si tratta, insomma, di una locuzione usata per definire una Presidenza del Consiglio e una squadra di ministri che si costituiscono in chiave emergenziale e tendenzialmente in risposta a una crisi di governo, con il preciso compito di portare a termine due o tre obiettivi chiave, raggiunti i quali, il governo si scioglie e i cittadini tornano alle urne.

Icotea

Durata del Governo tecnico

Un governo tecnico, quindi, ha una durata limitata nel tempo, non è pensato per durare cinque anni e non gode di una maggioranza parlamentare di unico colore, ma, al contrario, di una maggioranza che attinge a gruppi parlamentari anche molto diversi, da cui l’espressione larghe intese o governissimo.

Quale ministro dell’istruzione?

E veniamo al quesito sui ministri. Che tipo di profilo per il ministro dell’istruzione in un governo tecnico? A questo proposito va chiarito: un governo tecnico non significa necessariamente ministri tecnici. Piuttosto può significare un Presidente del Consiglio tecnico ma con una squadra di ministri mista, di area tecnica ma anche di provenienza politica. Ad essere un governo tecnico fatto esclusivamente di tecnici fu invece il governo Monti, ad esempio, in cui il Ministro dell’Istruzione fu Francesco Profumo, Magnifico Rettore del Politecnico di Torino. Un ministro tecnico, in quanto personalità indipendente dai partiti politici, dotata di competenze specialistiche e di prestigio accademico.

Nel caso della Ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina, si parla più propriamente di ministro politico, dato che la quasi ex titolare del dicastero dell’Istruzione è di precisa appartenenza partitica (è esponente del M5S), sebbene il suo profilo abbia qualcosa di tecnico, nella misura in cui fa parte del mondo della scuola.

Sull’argomento del profilo del ministro dell’istruzione abbiamo anche discusso in occasione della Diretta di Tecnica della Scuola Live. Per rivedere la diretta, vai a questo link.

LEGGI ANCHE