Home Attualità Covid, Bianchi felice per le percentuali bulgare di vaccinati a scuola: da...

Covid, Bianchi felice per le percentuali bulgare di vaccinati a scuola: da lunedì 13 tocca ai bimbi 5-11 anni, in Lombardia 23mila prenotati

CONDIVIDI
  • Credion

Il ministro Patrizio Bianchi torna a reputare la scuola come luogo tra i più sicuri rispetto ai rischi di contagio da Covid-19. Dopo che qualche giorno fa lo stesso Bianchi aveva comunque ammesso che le scuole non sono isolate dal mondo, e che quindi risultano in qualche modo esposte ai casi di contagio, parlando a Dubai domenica 12 dicembre ha tenuto a ribadire “con grande sicurezza che la scuola è l’ambiente più sicuro che c’è oggi”.

Dialogando con i giornalisti a Expo 2020 Dubai, il ministro ha detto che “il mondo della scuola ha risposto con grandissima responsabilità, e direi quasi all’unanimità, all’appello alla sicurezza”.

Icotea

Nelle scuole il 95% di immunizzati

Poi ha aggiunto che la scuola non deve preoccupare “per un motivo molto semplice: gli insegnanti sono per oltre il 95% immunizzati, sia guariti che vaccinati. Oltre il 92% si sono vaccinati. I ragazzi più grandi sono oltre l’85% vaccinati, e i ragazzi fra i 12 e i 16 anni sono vaccinati oltre il 70-72%”.

Nessun alunno sotto i 12 anni, invece, è stato vaccinato. Tra poche ore prenderà però il via in diverse regioni proprio la vaccinazione della fascia di età 5-11 anni.

“Cominciamo da lunedì la vaccinazione anche dei bambini più piccoli– ha sottolineato il titolare del Mi – e quindi laddove è stata portata avanti questa campagna di vaccinazione con adesione delle persone, si generano anche dei contesti sicuri”.

“Lo vediamo perché i livelli dei contagi sono ovviamente molto molto bassi, stiamo controllando tutte le situazioni”, e quelle “più difficili sono dove ci sono state meno vaccinazioni di massa”, ha concluso il numero uno del dicastero dell’Istruzione.

Vaccini 5-11 anni, nel Lazio si parte subito

Una delle regioni dove si inizierà a vaccinare i più piccoli è il Lazio, dove si è superata la quota dei 10 milioni di vaccini somministrati, di cui 1,2 milioni terze dosi pari ad oltre il 25% della popolazione: lunedì 13 dicembre, alle ore 16, apriranno le prenotazioni per la vaccinazione nella fascia d’età 5-11 anni.

“Stiamo predisponendo un fumetto a cura della disegnatrice Arianna Rea (scuola romana dei fumetti), che ringraziamo per la disponibilità, al fine di fornire tutte le informazioni utili alle famiglie e ai più piccoli – ha detto l’assessore regionale alla Sanità, Alessio D’Amato – . Il fumetto potrà anche essere colorato dai bambini durante l’attesa della somministrazione. Sui canali social di SaluteLazio le Faq e il Video realizzati in collaborazione con l’ospedale Pediatrico Bambino Gesù e visionati da oltre mezzo milione di utenti”.

Boom di adesioni in Lombardia

Sembra che un alto numero di famiglie abbiano vivo interesse per la vaccinazione anti Covid dei loro bambini. In Lombardia sono ben 23.252 le prenotazioni per la vaccinazione dei piccoli da 5 ad 11 anni effettuate sul portale della Regione alle 18 del 12 dicembre.

Le registrazioni sono state fatte da “genitori che hanno compreso che il vaccino serve a proteggere i loro figli da malattia e conseguenze a lungo termine, protegge i compagni di scuola più fragili e crea le condizioni per una scuola in presenza”: a scriverlo su twitter è stata la vicepresidente e assessore al Welfare della Regione Letizia Moratti.

“Consapevolezza, solidarietà, fiducia nella scienza – ha aggiunto Moratti in un altro tweet – Ricordo la diretta di giovedì” 16 dicembre “sui canali social della Regione, quando i genitori potranno confrontarsi con illustri pediatri e scienziati, ponendo loro domande sulla vaccinazione anticovid dei bambini”.

iscriviti

ISCRIVITI al nostro canale Youtube

METTI MI PIACE alla nostra pagina Facebook