Home Politica scolastica Da Frosinone una proposta per gestire il caos vaccini

Da Frosinone una proposta per gestire il caos vaccini

CONDIVIDI

Il carico di lavoro che si scaricherà sulle scuole a seguito delle nuove norme sulle vaccinazioni  potrebbe essere ragionevolmente contenuto se in tutta Italia si estendesse un protocollo d’intesa già siglato a Frosinone fra Ufficio scolastico provinciale e ASL.

A lanciare la proposta è l’Anp che segnala che già in questi giorni “le segreterie scolastiche sono subissate dalle richieste di informazioni da parte delle famiglie, che poi si riversano nelle Asl per ricevere certificati e documentazioni necessarie”.
“Il sistema – sottolinea l’ANP – rischia di arrivare a settembre al collasso, sia nelle scuole sia nei presidi sanitari. L’obbligatorietà vaccinale non può e non deve ricadere su uffici amministrativi che non hanno al loro interno le competenze professionali di verifica su temi prettamente specialistici attinenti le Asl”.
“L’eccessiva burocratizzazione – aggiunge sempre l’ANP – rischia di diventare un boomerang per scuole e famiglie, suscitando malcontento e contestazioni tra chi è chiamato impropriamente a svolgere un ruolo di verifica senza averne le conoscenze tecniche, le scuole, e chi, i genitori, ha un preciso obbligo di legge. E’ necessario trovare una soluzione che snellisca le procedure per agevolare le famiglie, gli operatori sanitari e le segreterie scolastiche”.
Il sindacato di Giorgio Rembado suggerisce che si potrebbe estendere in tutta Italia il protocollo sottoscritto tra la Asl di Frosinone e l’USR Lazio, finalizzato alla semplificazione delle procedure.
“La proposta – spiega ancora l’ANP – è quella, da parte delle scuole nel rispetto della privacy, di fornire alla Asl di competenza gli elenchi degli iscritti, da parte dell’Asl di valutare la regolarità della situazione vaccinale caso per caso e di inviare i certificati direttamente alla scuola. In questo modo la Asl potrebbe anche attivare le procedure previste per recuperare l’eventuale gap vaccinale degli studenti”.
Vedremo nei prossimi giorni se il Miur vorrà prendere in considerazione questa soluzione e proporne la diffusione anche in altre province e regioni.

Icotea

 

Protocollo d’intesa ASL Frosinone – Usr Lazio