Home Attualità Dati Covid, i veri contagi a scuola. Wired: 100 mila positivi in...

Dati Covid, i veri contagi a scuola. Wired: 100 mila positivi in meno di 3 mesi

CONDIVIDI
  • Credion

La rivista digitale Wired torna sulla questione dei contagi a scuola, a distanza di oltre due mesi dall’ultima polemica con la Ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina, la quale, quando fu accusata di tenere nascosti i reali dati dei contagi (allora, secondo Wired 65 mila), si era difesa affermando: Wired ha preso una cantonata, come raccontiamo in un articolo precedente, spiegando le sue ragioni.

Oggi ritorna agli onori della cronaca la questione dei contagi a scuola.

Icotea

Sarebbero più di 100 mila i positivi al Covid-19 nel periodo che va dall’apertura della scuola, il 14 settembre, alla fine di novembre. Sono i dati Covid che vengono fuori a seguito di una domanda di accesso agli atti (Foia, istanza di accesso generalizzato) rivolta al MI, stando a quanto dichiara il portale Wired, specificando: si tratta di una stima al ribasso, perché per le due settimane centrali di novembre il monitoraggio voluto dalla ex-ministra Lucia Azzolina è stato sospeso.

A commento dell’infografica, il portale spiega: i cerchi rossi rappresentano il numero di persone positive al nuovo coronavirus, quelli gialli quelle poste in quarantena. Più sono grandi, più è alto questo numero.

La vecchia polemica con la Ministra Azzolina

Solo a dicembre scorso, la Ministra dell’Istruzione aveva ritenuto del tutto errati i conteggi di Wired, con queste motivazioni: “Tutte le settimane abbiamo inviato i dati all’ISS perché li lavorasse e li confrontasse con i dati propri. Ora, Wired ha preso questi dati settimanali e li ha sommati, ma i dati non devono essere sommati di settimana in settimana, perché di settimana in settimana possono esserci anche le stesse persone tra i contagiati, persone che hanno contratto il virus la settimana precedente e che dunque vengono contate più volte.”

Dunque un errore di conteggio che sommava più volte gli stessi positivi, secondo la Ministra.

Il file del MI

Tuttavia nel nuovo conteggio di cui Wired dà notizia, come è possibile notare dal file fornito dal Ministero (e che Wired mette a disposizione sul proprio sito), si parla, settimanalmente, di nuovi contagi, non semplicemente di contagi, pertanto, non dovrebbe esserci margine d’errore sotto questo profilo.

La nota di accompagnamento

QUI la nota di accompagnamento ai dati fornita dal MI, nella quale il Ministero spiega: Si produce il file contenente i dati relativi al numero di contagi da Covid-19 divisi per categoria (studenti, docenti, personale Ata), aggregati per ciclo di istruzione ed a livello regionale rilevati in ambito scolastico dalla data di apertura delle scuole alla data del 30 novembre 2020.

LEGGI ANCHE