Home Reclutamento Decreto reclutamento, Giannelli (Anp): “Ok abilitazione e formazione docenti, ma troppo centralismo...

Decreto reclutamento, Giannelli (Anp): “Ok abilitazione e formazione docenti, ma troppo centralismo nei concorsi”

CONDIVIDI

Il decreto reclutamento è da pochi giorni presente in Gazzetta Ufficiale. Diverse le novità introdotte dal Dl 36/2022 che riguardano gli aspiranti docenti, alcune delle quali sono state ben accolte dal presidente dell’Associazione Nazionale Presidi Antonello Giannelli:

“Tra le novità più positive segnalo l’introduzione di un percorso universitario e accademico di formazione iniziale e abilitazione che dovrà accertare la capacità dei docenti di progettare percorsi didattici flessibili e adeguati alle capacità e ai talenti degli studenti da promuovere nel contesto scolastico, al fine di favorire l’apprendimento critico e consapevole e l’acquisizione delle competenze da parte degli studenti”.

Icotea

Ancora Giannelli affronta poi il tema della formazione del personale docente: “Dovrà essere continua e obbligatoria, svolta al di fuori dell’orario di insegnamento, in prosecuzione di quella iniziale, secondo un sistema integrato che vuole portare nella scuola nuove metodologie didattiche, competenze linguistiche e digitali. Per una valutazione più approfondita attendiamo il decreto del Presidente del Consiglio che stabilirà più in dettaglio quali dovranno essere le competenze dei docenti”.

Chiusura sui concorsi: “Si continua a voler gestire i concorsi centralmente, a livello regionale o interregionale, secondo un modello che si è sempre dimostrato fallimentare anziché attribuirne la competenza alle istituzioni scolastiche. Da tempo chiediamo un cambiamento del reclutamento in tal senso ma, da questo punto di vista, non vediamo novità”.