Home Archivio storico 1998-2013 Generico Dieci anni di NewspaperGame: il giornale fatto dagli studenti

Dieci anni di NewspaperGame: il giornale fatto dagli studenti

CONDIVIDI
webaccademia 2020
Giovedì 15 dicembre, a Roma, nella sede del quotidiano “Il Tempo”, sarà presentata la decima edizione di NewspaperGame. L’obiettivo che anima il progetto, nella consapevolezza dell’importanza che riveste lo sviluppo di uno spirito critico nei giovani, è quello di rendere più semplice la lettura del quotidiano in classe, inteso come prezioso strumento didattico che stimola il pensiero e la riflessione ragionata. Al tempo stesso tale esercizio fornisce ai giovani, che sono soliti interrogarsi e scrutare la realtà, i mezzi per raccontare il mondo a modo loro. Per far ciò scrivono articoli, scelgono titoli, scattano fotografie, così come avviene in una vera redazione, e alla fine realizzano intere pagine di quotidiano che vengono poi pubblicate dalle testate che ospitano l’iniziativa.
Il progetto, nato come grande gioco per ragazzi, è stato lanciato dal quotidiano “La Sicilia” e da quattro anni coinvolge altri importanti giornali nazionali: “La Stampa”, “Il Giornale di Sardegna”, “Il Nord Sardegna”, “Il Secolo XIX”, “Il Tempo”, “La Gazzetta del Mezzogiorno”. La scorsa edizione di Newspapergame ha visto coinvolti oltre un milione di studenti delle elementari, medie e superiori di otto regioni.
Alla manifestazione di presentazione dell’edizione di quest’anno saranno presenti gli editori e i direttori dei giornali interessati, molti esponenti del mondo politico, dell’informazione e della scuola. Vi prenderanno parte anche 75 alunni di due istituti comprensivi romani: Largo Castelserpio e Ariccia, che racconteranno la loro esperienza maturata sul campo. 
Anche quest’anno docenti e studenti saranno alle prese con la scelta degli argomenti da trattare, nelle pagine a loro riservate, e con nuove iniziative di approfondimento su temi vicini al mondo dei ragazzi, nate in collaborazione con partner istituzionali.
 
Per informazioni sull’iniziativa editoriale:
 
 
 
CONDIVIDI
Preparazione concorso ordinario inglese