Home Archivio storico 1998-2013 Generico Dirigenti scolastici, nuove immissione in ruolo

Dirigenti scolastici, nuove immissione in ruolo

CONDIVIDI
  • Credion
La direzione generale del personale, con nota prot. n. 12068 del 3 agosto 2009, ha comunicato i tempi e le modalità di assunzione dei dirigenti scolastici in relazione ai 647 posti autorizzati dal Mef.
Nell’allegato 1 viene definito l’ordine delle operazioni, tenuto anche conto del parere dell’Avvocatura generale dello Stato.
La Flc Cgil segnala un possibile “refuso nell’allegato delle precedenze laddove si mettono al terzo posto i candidati del concorso riservato del 2002 senza un anno di incarico e al quarto posto i candidati del riservato del 2006 graduati oltre il 10% recuperati e ammessi al corso di formazione”.
In ambito regionale i direttori generali procederanno alle nomine nei prossimi giorni. In prima battuta verranno assunti gli aventi diritto dei concorsi riservati in sede regionale nel settore di appartenenza o adottando l’intersettorialità. Quindi, analogamente, si procederà per gli idonei del concorso ordinario.
Successivamente, verranno pubblicate le sedi rimaste vacanti in ciascuna regione affinché gli interessati non ancora nominati possano presentare domanda a livello interregionale. I candidati idonei alle procedure concorsuali dei D.D.G. 17 dicembre 2002, D.D.G. 22 novembre 2004 e D.M. 3 ottobre 2006, ai sensi della legge n. 31/2008, potranno presentare istanza al fine di essere nominati presso gli Uffici scolastici regionali che abbiano ulteriori posti disponibili e vacanti in organico (l’elenco dei posti diviso per settori sarà messo a disposizione tramite la rete intranet ed il sito internet del Ministero dell’istruzione).
Il candidato dovrà presentare l’istanza (il modello da utilizzare è quello allegato alla suddetta nota ministeriale) presso l’Usr di appartenenza, esclusivamente mediante consegna a mano, entro il 18 agosto 2009 (nei giorni successivi gli Uffici scolastici regionali provvederanno ad assegnare gli incarichi fino al numero di posti autorizzati).
Nella domanda verranno indicate le regioni di preferenza e altri dati finalizzati alla valutazione dell’istanza stessa. Le domande devono essere ripresentate anche da parte dei candidati che sono già inseriti nelle graduatorie predisposte per l’a.s. 2008/2009, che non sono stati nominati, anche se per il prossimo anno scolastico intendono confermare lo stesso ordine delle preferenze.
Nella nota ministeriale del 3 agosto viene precisato che “non è ammessa la rinuncia alla nomina, salvo che venga richiesta per gravi motivi sopravvenuti debitamente comprovati e a condizione, altresì, che il posto di provenienza sia rimasto vacante e che la rinuncia non incida negativamente sulle operazioni relative alla gestione dell’organico di fatto. Il posto reso disponibile dal rinunciatario non influisce sulle graduatorie compilate ai sensi della legge n. 31/2008″.
Ottenuta la nomina in altra regione si viene depennati dalla graduatoria di merito della regione di provenienza.

La tabella della ripartizione dei 647 posti vacanti e disponibili per l’a.s. 2009/2010, autorizzati dal Mef, allegata al D.D.G. 31 luglio 2009, di cui abbiamo dato notizia in altro articolo, risulta variata: alla Sardegna ne vengono assegnati cinque in meno (da 34 a 29), che sono ripartiti fra l’Emilia-Romagna, che passa da 42 a 45, e la Lombardia che ne acquisisce due (da 103 a 105). Ne dà notizia il Miur con avviso del 3 agosto 2009.