Home Generale Docente picchiato dai genitori di un alunno: “Non torno più a scuola”....

Docente picchiato dai genitori di un alunno: “Non torno più a scuola”. La madre: “Ha tirato un libro a mio figlio”

CONDIVIDI
  • Credion

Ha destato sconcerto la notizia dell’aggressione da parte dei genitori di un alunno di una scuola media di Avola in provincia di Siracusa nei confronti del docente di educazione reo di aver rimproverato il loro figlio.

La ricostruzione

Secondo quanto raccolto l’alunno avrebbe aperto la finestra, ma il docente gli avrebbe intimato di chiuderla “altrimenti gli avrebbe lanciato un libro”. A quel punto l’alunno avrebbe detto: “Vediamo come lo lanci il libro”. Il prof avrebbe “raccolto la sfida” e tirato davvero il libro senza però colpire l’alunno. Il ragazzino avrebbe chiamato la madre al telefono che si sarebbe precipitata a scuola “a caccia” del docente. La mamma dell’alunno affronta e schiaffeggia il professore. Il marito, in seguito, partecipa all’aggressione e alla fine romperanno una costola al docente, oltre a varie escoriazioni guaribili in 10 giorni.

Icotea

Le parole del docente e della mamma

A La Sicilia, parla il professore di educazione fisica: “Sono uomo privo di forze, sono cardiopatico, ho una coronaria chiusa. Ho dato tanto nella mia vita. Non ho nessuna intenzione di ritornare a scuola. Non ci sono più le condizioni. Io il libro l’ho preso e l’ho tirato sul banco. Nella maniera più assoluta, non addosso. Dalla cattedra, al secondo banco. Ho detto a mia moglie – dice il professore – che sia io, sia il ragazzino, siamo vittime di un sistema, intendo sociale, che non va più bene”. 

La mamma, invece, afferma: “Io posso anche perdonare il professore ma lui deve scusarsi con mio figlio e io mi scuserò con lui”.