Home Generale Draghi: “Disoccupazione inaccettabile”

Draghi: “Disoccupazione inaccettabile”

CONDIVIDI
  • Credion

Nonostante momenti di tensione, causati da una protesta di studenti che hanno tentato di entrare in aula a contestare Draghi, il numero uno dell’Eurotower fra le altre cose ha detto:  “Il livello di disoccupazione nell’area euro è inaccettabile, è la più grande forma di spreco delle risorse e incide sulle potenzialità delle economie diminuendo la crescita”. Ha pure  spiegato: “il 23% dei giovani fra 15 e 24 anni non ha un lavoro, questo è contro ogni nozione di equità, è uno spreco di risorse, un deterioramento di captale umano che incide sulla potenzialità delle economie”.

E, in questo scenario, “una politica monetaria espansiva non basta senza riforme strutturali”. Per questo, è necessario agire. “La riflessione faccia ora posto all’azione”, è il monito di Draghi. La Bce, da parte sua, ha attuato “una espansione monetaria che non ha precedenti e che prevede che abbiamo due risultati: che il bilancio della Bce si espanda al livello che aveva a marzo 2012 e che le aspettative di inflazione a medio termine tornino vicine ma sotto il 2%”. Ora la palla passa ai governi.

Fra gli interventi invocati dal presidente della Bce, “maggiore concorrenza, completamento del mercato unico europeo, misure che permettano ai lavoratori disoccupati di trovare rapidamente un nuovo posto di lavoro diminuendo la durata della disoccupazione, misure che permettano di innalzare il livello di specializzazione e di adattarne le caratteristiche alla domanda”.

Icotea

Sono misure “da tempo nell’agenda della politica economica di molti paesi dell’euro” ma ora “la riflessione faccia posto all’attuazione”.