Home Politica scolastica Droga, c’è da aver paura: a Roma l’85% degli adolescenti vi è...

Droga, c’è da aver paura: a Roma l’85% degli adolescenti vi è entrato in contatto

CONDIVIDI
  • Credion

Sono dati impressionanti quelli emessi il 3 giugno a Roma, durante il convegno sulle dipendenze da droga al Centro italiano di solidarietà.

Sull’assunzione dell’eroina, “a madre di tutte le droghe”, c’è “un drammatico ritorno”, ha detto il presidente del Centro italiano di solidarietà don Mario Picchi, Roberto Mineo.

Icotea

“A Roma – ha sottolineato – lo scenario è inquietante, con un aumento del 37% rispetto al dato di due anni fa. L’85% dei giovani di età compresa tra i 12 e i 18 anni nella Capitale è entrato almeno una volta in contatto con la droga, in primis con la cannabis. Sono soprattutto i minorenni i principali ‘ricercatori’ di nuove droghe attraverso i social”.

 

{loadposition eb-valore-formativo}

 

“Il Ceis – ha detto Mineo – è da sempre impegnato in prima linea nella lotta contro la liberalizzazione delle droghe. È la battaglia di don Mario, da quasi mezzo secolo, che abbiamo ereditato e fatto nostra. Come Papa Francesco ha sottolineato quando è venuto a trovarci al Ceis, ‘la droga non si vince con la droga’. Di questo – sottolinea Mineo – siamo profondamente convinti perché lo vediamo con i nostri occhi nelle comunità di recupero del nostro centro”.

 

{loadposition facebook}