Home Sicurezza ed edilizia scolastica Edilizia, partono le domande per realizzare edifici innovativi

Edilizia, partono le domande per realizzare edifici innovativi

CONDIVIDI

Il 13 luglio è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale l’avviso di manifestazione d’interesse rivolto ad Amministrazioni ed Enti locali per realizzare iniziative immobiliari di alta utilità sociale, da realizzare tramite investimenti Inail.

A comunicarlo è lo stesso Istituto, attraverso una nota riportata dalle agenzie di stampa. Sono diverse le tipologie di edifici interessati, scrive l’agenzia ‘Il Velino’: oltre alle strutture scolastiche e alle residenze universitarie, strutture sanitarie e assistenziali, uffici pubblici.

Icotea

“Con questa iniziativa si permette all’Inail – ha dichiaro il presidente, Massimo De Felice – di potenziare il suo ruolo di strumento della politica economica e sociale. L’investimento nel settore dell’edilizia è un forte contributo alla ripresa del trend di crescita dell’economia, e garantisce all’Istituto redditi a tutela della solvibilità. Avere scuole e residenze universitarie col ‘marchio Inail’ sarà efficace mezzo di pubblicità verso le nuove generazioni, e potrà consentire un’azione più diretta nell’educazione al lavoro sicuro”.

Laura Galimberti, coordinatrice della Struttura di Missione per l’Edilizia scolastica della Presidenza del Consiglio dei Ministri esprime “grande soddisfazione per questo importantissimo accordo con Inail che ha inserito l’edilizia scolastica tra le tipologie immobiliari di elevata utilità sociale. Il progetto si pone come preziosa ed importante risorsa a favore degli Enti locali che aspettano da tempo di poter realizzare delle scuole nuove”.

Gli interventi riguarderanno il completamento di nuovi edifici i cui lavori siano già in corso, ma anche progetti immediatamente cantierabili riguardanti nuove costruzioni, o la messa a norma di edifici esistenti. Inail si farà carico dei costi dell’operazione richiedendo alle Amministrazioni di corrispondere un canone ad un tasso di interesse agevolato pari al 3% del costo complessivo dell’opera di cui acquisisce la proprietà. Saranno ammesse alla programmazione opere con un valore non inferiore a tre milioni di euro. Le manifestazioni d’interesse saranno raccolte all’interno di un Dpcm e trasmesse ad Inail per la valutazione di compatibilità tecnica, economica e finanziaria e successiva regolamentazione dei rapporti reciproci.

Le Amministrazioni e gli Enti interessati alla selezione dovranno trasmettere la propria manifestazione d’interesse entro il 15 settembre 2015 inviando una e-mail di adesione all’indirizzo [email protected]

 

Metti MI PIACE sulla nostra pagina Facebook per sapere tutte le notizie dal mondo della scuola