Home Sicurezza ed edilizia scolastica Edilizia scolastica, definiti i criteri della programmazione unica nazionale 2018-2020

Edilizia scolastica, definiti i criteri della programmazione unica nazionale 2018-2020

CONDIVIDI

Sono stati definiti i criteri per la redazione della programmazione unica nazionale 2018-2020 in materia di edilizia scolastica.

L’Osservatorio sull’Edilizia scolastica ha individuato nel 7 luglio 2017 la data entro la quale le Regioni dovranno confermare al Miur le priorità di intervento già segnalate o le eventuali variazioni per poter procedere con l’assegnazione della prima tranche delle nuove risorse per l’edilizia scolastica, 1,3 miliardi, stanziate attraverso il Fondo Infrastrutture inserito nell’ultima legge di bilancio.

Icotea

 

{loadposition carta-docente}

 

Il Fondo è destinato alla realizzazione dei nuovi Piani di adeguamento e miglioramento sismico degli edifici scolastici e alla messa in sicurezza degli stessi edifici in seguito a indagini diagnostiche.

A tal riguardo il Sottosegretario Vito De Filippo dichiara: “Il lavoro dell’Osservatorio per l’Edilizia scolastica prosegue con costanza e concretezza nell’operato, secondo quanto avevamo stabilito nella prima riunione del 2017. Dare rapido corso alla  programmazione unica nazionale 2018-2020 è un altro obiettivo che perseguiamo per far sì che  l’amministrazione centrale e gli enti locali possano procedere con interventi e monitoraggi secondo regole chiare e condivise che permetteranno una più rapida erogazione e acquisizione delle risorse”.

{loadposition facebook}