Home Estero Elettroshock per docenti stressati

Elettroshock per docenti stressati

CONDIVIDI

In Gran Bretagna sembra sia ormai un problema di interesse nazionale, quello dello stress degli insegnanti, a rischio burn out, depressione e disturbi psichiatrici.

Sembra inoltre che siano stati perfino paragonati ai veterani che rientrano dai teatri di guerra, ragion per cui un coordinamento di scuole non profit ha pensato di offrire ai propri insegnanti una terapia a base di elettroshock.

Icotea

Ne scrive Vita.it che, riportando la stampa inglese, scrive “si tratta di un trattamento già utilizzato dall’esercito britannico e dalle forze armate statunitensi per trattare lo stress post-traumatico, che funziona stimolando il cervello con uno shock lieve. La direzione, dopo il successo dei primi test, sta proponendo l’eletroshock “gentile” ai docenti di sette scuole secondarie, sette scuole primarie e di una scuola speciale di formazione”.

 

{loadposition carta-docente}

 

Sembra comunque che il dispositivo sti avendo un impatto positivo sui livelli di ansia, depressione e disordine del sonno: «Le apparecchiature sono a disposizione di tutti gli insegnanti del Trust per aumentare le strategie antistress», visto che «i risultati sono stati estremamente incoraggianti e abbiamo visto un impatto positivo sulla qualità della vita per quasi tutti coloro che hanno usato il dispositivo».

Il trattamento non prevede l’utilizzo di farmaci e richiede circa 20 minuti al giorno: “Chi si è sottoposto alla terapia (20-60 minuti al giorno per 4 settimane) ha riscontrato miglioramenti impressionanti”. Gli apparecchi, del costo di circa 600 euro, sono stati sperimentati anche su 120 pazienti alla Nottinghamshire Healthcare NHS Foundation Trust per un anno per valutare il possibile uso per gli iscritti al Servizio sanitario nazionale.