Home Archivio storico 1998-2013 Generico Esami di Stato: sempre meno i candidati

Esami di Stato: sempre meno i candidati

CONDIVIDI
  • GUERINI

Oggi, 8 maggio, il Ministero rende note le composizioni delle commissioni (consultabili on line sul sito http://www.istruzione.it): saranno in tutto 22.664  (erano 23.273 nel 1999) e impegneranno complessivamente un esercito di 120 mila docenti e presidi (i presidenti di commissione saranno più di 11 mila, quasi 40 mila i commissari esterni e poco più di 68 mila gli interni); se si  tiene conto anche del lavoro svolto delle segreterie delle scuole, gli esami di maturità impegneranno la metà del personale in servizio nelle scuole superiori.
Negli ultimi 3 anni il numero dei candidati è diminuito costantemente, soprattutto fra i privatisti: gli interni di scuola statale sono passati dai 401 mila del 1998 ai 388 mila di quest’anno, gli esterni di scuola statale da  64 mila a 24 mila 500; ed anche nelle scuole non statali il calo è stato consistente: quest’anno sono 45 mila e 500, lo scorso anno erano 52 mila mentre erano 57 mila nel 1998.
Stando ai dati forniti dal Ministero il calo dei candidati riguarda tutti gli indirizzi, ma in misura minore l’istruzione classica, scientifica e magistrale.
Su 458 mila studenti che affronteranno l’esame, 192 mila si candidano a conseguire un diploma di istituto tecnico; gli studenti dei licei scientifici sono invece 90 mila,  quelli dei licei classici 47 mila e 500; come di consueto il numero più basso si registra nei licei artistici (15 mila candidati in tutto).
Pochi i cambiamenti rispetto allo scorso anno: si inizia come da tradizione decennale con la prova di italiano, mentre – e questa è invece una novita – per la materia oggetto del secondo scritto, quello caratterizzante, è prevista la presenza sia dei commissari interni che di quelli esterni.
Altra novità: nella terza prova scritta i quesiti a risposta multipla passeranno da 10 a 30.
Per aiutare gli studenti ad affrontare nel migliore dei modi la prova scritta di italiano (si potrà scegliere fra tema, analisi del testo, articolo e saggio breve) il ministero della Pubblica Istruzione ha stipulato anche un protocollo di intesa con la Federazione nazionale della stampa: l’iniziativa verrà presentata nel dettaglio nel corso di una conferenza stampa congiunta in programma per il 9 maggio.
Ma intanto sono già iniziati in molte scuole italiane incontri e seminari condotti da giornalisti dei principali mezzi di informazione nazionali e locali, mentre l’Ordine dei giornalisti ha realizzato una pubblicazione che verrà distribuita a tutti i candidati e che contiene suggerimenti e consigli su come redigere un buon articolo per la prova esame.