Home Archivio storico 1998-2013 Generico Finanziaria: taglio di 104milioni all’anno alle risorse del Miur

Finanziaria: taglio di 104milioni all’anno alle risorse del Miur

CONDIVIDI
  • Credion
L’articolo 2 del decreto legge in materia di bilancio approvato nei giorni scorsi dal Governo reca il titolo  “Riduzione e flessibilità negli stanziamenti di bilancio”; leggendolo con attenzione si scopre che il già magro bilancio del Ministero dell’Istruzione verrà ridotto nei prossimi 3 anni di altri 310 milioni,  poco più di 100milioni per ciascuno degli anni 2011, 2012 e 2013.
 Il 1° comma dell’articolo 2 prevede infatti che le spese previste per alcune voci del bilancio del Ministero dell’Istruzione potranno essere rimodulate (termine “morbido” per significare che saranno ridotte).
 
L’allegato 1 del decreto indica con precisione le voci oggetto di riduzione
  
 
2011
2012
2013
Italia in Europa e nel mondo
678
679
679
Ricerca e innovazione
2.707
3.211
1.211
Istruzione scolastica
55.295
55.295
55.238
Istruzione universitaria
23.958
23.951
23.951
Servizi generali
481
492
378
Fondi da ripartire
21.127
21.127
22.297
Totale
104.246
104.755
103.754
 
A questi importi vanno sommati altri 9milioni di euro all’anno riguardanti sempre il settore dell’istruzione cancellati dal bilancio del Ministero dell’Economia (si tratta dei fondi gestiti direttamente dal Mef per il pagamento delle supplenze a carico delle Direzioni provinciali del Tesoro).
 Una norma del decreto (si tratta precisamente del comma 14 dell’articolo 8) prevede invece che le risorse derivanti dalle riduzioni di organico del personale docente e Ata, legate alla applicazione dell’articolo 64 della legge 133, restano assegnate al settore scolastico.

.