Home I lettori ci scrivono G.M. 2012: per una Gae che (non) muore, il Governo ne fa...

G.M. 2012: per una Gae che (non) muore, il Governo ne fa nascere un’altra

CONDIVIDI

“Il Governo, con il ddl scuola, invece di eliminare le Graduatorie a Esaurimento (GaE), finirà col crearne di nuove, destabilizzando per anni l’intero sistema di selezione e assunzioni degli insegnanti”. È questo l’allarme che lancia Gian Marco Mensi, che ha superato l’ultimo concorso a cattedre ed è pertanto inserito nella Graduatoria di Merito per la classe di concorso A017, il cui ruolo viene, secondo la deroga al Testo Unico prevista dal ddl n. 1934, rinviato agli anni 2016 e successivi.

Mensi, appartenente al gruppo di docenti Graduatoria di Merito 2012 in rispetto del T.U., descrive la situazione in cui verrebbero a trovarsi proprio a causa di questo dispositivo derogante diverse centinaia di insegnanti non ancora assunti malgrado il superamento del concorso: “Nelle Graduatorie concorsuali di Merito 2012 vigenti in tutta Italia vi sono ancora quasi 800 docenti per la classe di concorso A017 – economia aziendale – e circa 600 per la A019 – diritto ed economia -, rispetto ai 2241 e 7626 iscritti in GaE. Queste due classi di concorso sono problematiche, in quanto risultano ancora penalizzate dalle riduzioni di orario previste dalla Riforma Gelmini malgrado i tagli alle ore d’insegnamento specialistico siano stati oggetto di recente censura da parte de TAR”.

Icotea

“Ammettendo per il futuro – continua Mensi – un numero di pensionamenti simile a quanto registrato recentemente (170 per la A017, 137 per la A019, nel 2014), anche ipotizzando ottimisticamente che le rispettive GaE vengano esaurite nell’anno in corso, per queste due cdc le graduatorie di merito rimarrebbero in vigore per almeno altre 5 annualità prima che tutti gli insegnanti riescano ad entrare in ruolo. E questo solo nel caso in cui sia confermata la mobilità nazionale delle GM, cioè la possibilità di insegnare in tutta Italia e non solo nella Regione in cui si è superato il concorso”.

“Questa proiezione – prosegue Gian Marco Mensi – è valida nell’ipotesi in cui le GaE delle classi di concorso A017 e A019 si svuotino il prossimo settembre, anche se, probabilmente, questo non avverrà. In caso di GaE non esaurite, l’attesa dei docenti in Graduatoria di Merito si dilaterebbe ulteriormente per via del regolare meccanismo di reclutamento previsto dal Testo Unico, nuovamente applicabile dal 2016, che prevede la suddivisione delle assunzioni al 50% tra Graduatorie di Merito e GaE. In questo caso, nell’eventualità più favorevole, le GM 2012 si esaurirebbero dopo circa 10 anni”.

“Nascerebbe – spiega Mensi – una nuova classe di graduatoria “ibrida”, con scorrimento bloccato nel 2015 per una decisione arbitraria dell’esecutivo, ma che diventerebbe poi assimilabile ad una GaE a partire dal 2016”. “Un’assurdità – conclude il docente di economia aziendale -, creata da un disegno di legge che, lungi dall’eliminare il precariato, esclude le GM 2012 dalle assunzioni 2015, in palese contrasto con la Costituzione: basterebbe applicare la normale modalità di immissione in ruolo prevista dal Testo Unico della scuola già dal prossimo settembre per evitare questa situazione, illegittima e paradossale, oltre che scongiurare migliaia di ricorsi dall’esito segnato, con i relativi costi a carico dell’erario e della credibilità del sistema scolastico”.