Home Archivio storico 1998-2013 Generico Gatton gattoni a Sarmede

Gatton gattoni a Sarmede

CONDIVIDI
  • Credion

La Mostra internazionale d’illustrazione per l’infanzia "Le immagini della fantasia" è giunta alla XX edizione e quest’anno il protagonista della rassegna è il gatto. Un omaggio ai tanti personaggi (ad esempio, il "gatto con gli stivali" o il "gatto socio in truffe della volpe e cattivo consigliere di Pinocchio") che nel mondo della favola e dell’illustrazione hanno tenuto compagnia a bambini ed adulti alla scoperta di mondi fantastici attraverso incredibili avventure che hanno visto appunto i gatti come protagonisti.
La mostra è stata allestita nel palazzo municipale di Sàrmede, borgo ai piedi del Gran Bosco del Cansiglio, nella provincia trevigiana. A sottolineare come i gatti siano protagonisti delle mostra, che rimarrà aperta sino al 20 dicembre, per i visitatori (ingresso gratuito)  è prevista la possibilità di acquistare una collezione di canzoni italiane e straniere dedicate proprio a questo piccolo felino e riproposte dal soprano Daniela Benori. Si potrà anche richiedere il catalogo edito dalla Fondazione Mostra internazionale d’illustrazione "Stepan Zavrel", che, commercializzato al prezzo di 23 euro, si avvale di un’introduzione dell’etologo Giorgio Celli. Per le scuole che intendono partecipare alle visite guidate è necessaria la prenotazione, telefonando allo 0438/959582.

Ma accanto a quella dedicata ai gatti, ci sarà anche una rassegna espositiva delle tavole originali di opere illustrate per bambini e pubblicate negli ultimi due anni in diverse parti del mondo. Le opere sono state realizzate da oltre quaranta artisti in rappresentanza di una ventina di Paesi. Quest’anno la "sezione omaggio" ospita Jindra Capek, di nazionalità ceca ed autore di tante storie illustrate.

Ma oltre alle mostre, Sarmede, denominato "Paese delle Fiabe", propone un ampio calendario di iniziative rivolte soprattutto ai ragazzi e alle famiglie. Domenica 1 dicembre, nelle strade del borgo si potranno incontrare clown, saltimbanchi, burattinai, fachiri, "mangiafuoco" ed altri personaggi che un tempo popolavano le antiche Fiere (per la sezione "Le fiere del teatro" gli adulti dovranno pagare 6 euro). Sino al 2 dicembre sarà anche possibile assistere a spettacoli presentati da compagnie che operano nel settore del teatro per l’infanzia. Le "serate gastronomiche" di Intavolando possono costituire un motivo in più per recarsi (naturalmente "gatton, gattoni", visto il tema di quest’anno!) a Sarmede.

Sono in programma, inoltre, una serie di "laboratori" per le scuole ed altri sull’illustrazione riservati ad insegnanti ed operatori del settore.

Dopo Sarmede, la XX mostra internazionale "Le immagini della fantasia", diretta da Leo Pizzol, verrà riproposta a Roma (Eur, Museo nazionale delle arti e delle tradizioni popolari), Monza, Siena, Treviso (Casa dei Carraresi) e Belluno (Palazzo Crapadona). Per maggiori informazioni sulla rassegna di Sarmede (organizzata dalla Provincia di Treviso, dalla Fondazione Cassamarca, dal Comune e dalla Pro Loco di Sarmede) e per conoscere le date delle successive esposizioni occorre telefonare allo 0438/959582 oppure consultare il sito internet www.tmn.it/sarmede/mostre.htm, "cliccabile" da Ulteriori approfondimenti.