Home Università e Afam Geografia e applicazioni geotecnologiche, così si comprende il mondo

Geografia e applicazioni geotecnologiche, così si comprende il mondo

CONDIVIDI

Anche le Facoltà universitarie fanno ”Operazione di Restyling”: come il corso di laurea in “Scienze geografiche per l’ambiente e la salute” di Roma.

L’iniziativa – relizzata all’interno della Facoltà di Lettere e Filosofia – è considerata un’offerta formativa variegata, scrupolosamente pensata per fornire agli studenti chiavi di lettura interdisciplinari e rigorose, con cui leggere criticamente i problemi quotidiani e proporre ipotesi e soluzioni: nell’ambito degli aspetti demografici, sociali e sanitari, dei rischi naturali, delle migrazioni e dell’identità culturale, della valorizzazione turistica, della pianificazione.

Icotea

Tale offerta è inoltre tesa a fornire strumenti geotecnologici per la rappresentazione digitale dei dati e l’analisi distributiva ed evolutiva delle componenti e dei fenomeni.

Grazie alla collaborazione con enti e aziende che si occupano di problematiche territoriali e sociali, di rischi, di applicativi specifici per la cartografia computerizzata, il Corso di Laurea in “Scienze geografiche per l’ambiente e la salute” allarga sempre più gli ambiti di ricerca e di didattica applicata in cui può fornire un vero valore aggiunto.

 

{loadposition carta-docente}

 

Un ruolo di primo piano ha il Laboratorio GeoCartografico, dove in un’atmosfera di approccio cooperativo, ispirato al mondo anglosassone, si sperimentano soluzioni geotecnologiche e si svolgono corsi caratterizzati da un alto grado di partecipazione e interazione”, ha spiegato il Prof. Cristiano Pesaresi, Presidente del Corso di Laurea, il quale ha aggiunto che “proprio nel Laboratorio si portano avanti vari progetti in un clima di entusiasmo e attivo coinvolgimento e gli studenti respirano l’aria della ricerca”.

Altro punto cardine è la collaborazione con la Facoltà di Farmacia e Medicina, essendo un Corso Interfacoltà, poiché lo studio dei fattori di rischio e della loro distribuzione sul territorio consente di comprendere aspetti e dinamiche che influenzano la qualità della vita, a livello ecosistemico e di salute della popolazione.

I laureati in “Scienze geografiche per l’ambiente e la salute” acquisiscono i requisiti fondamentali per continuare il loro percorso di formazione nel Corso di Laurea magistrale in “Gestione e valorizzazione del territorio”, il cui Presidente, Prof. Riccardo Morri, lavora in stretta collaborazione per un processo di completamento e affinamento delle competenze.

Anche quest’anno, infine, la manifestazione “Porte aperte alla Sapienza” (11 – 13 luglio) consentirà un confronto diretto e permetterà di avere tutte le informazioni necessarie.

{loadposition facebook}