Home Politica scolastica Già deputata Pd ora dirigente al Miur

Già deputata Pd ora dirigente al Miur

CONDIVIDI
  • Credion

Se la Corte dei Conti boccia Matteo Renzi promuove. Se per i magistrati contabili le esperienze professionali di De Pasquale non garantivano niente di più di quanto il ministero potesse già reperire tra i suoi dirigenti in servizio, per Matteo Renzi la questione è diversa e così surclassa tutti e scavalca ogni impedimento.

De Pasquale, la cui procedura di nomina per i magistrati contabili rischiava di configurarsi come “un surrettizio canale di reclutamento, parallelo rispetto alle forme ordinarie”, basate sul “principio di rango costituzionale dell’accesso al rapporto di lavoro pubblico a seguito del superamento di pubblico concorso”, doveva essere sistemata, comuqnue .

Icotea

E infatti Renzi e la ministra Giannini hanno firmato la nuova nomina. Dal Miur fanno sapere che questa è diversa dalla nomina precedente, a capo cioè dell’Ufficio scolastico regionale della Toscana, in quanto “di tipo fiduciario”, e sostengono che il provvedimento della Corte dei conti “non era stato causato da mancate qualità nel curriculum di De Pasquale, ma da una questione amministrativa”. La vedranno così anche i giudici? Non resta che attendere, precisa Il Fatto.