Home Ordinamento scolastico Giannini: “Scuole paritarie e scuole statali devono camminare insieme”

Giannini: “Scuole paritarie e scuole statali devono camminare insieme”

CONDIVIDI

La ministra dell’Istruzione, Stefania Giannini, in un messaggio letto nel corso della presentazione del libro “Il diritto di apprendere. Nuove linee di investimento per un sistema integrato”, ha affermato: “Sostenere le scuole paritarie significa sostenere la scuola pubblica”. “In linea con il dettato costituzionale – sottolinea Giannini che ha scritto anche la prefazione del volume – le scuole paritarie rendono concreto quel principio di sussidiarietà nel mondo della scuola e quel pluralismo che una società avanzata ormai richiede”. Scuole paritarie e scuole statali, infatti, “camminano insieme, senza accendere conflitti e derby immaginari”.

 

LA TECNICA DELLA SCUOLA E’ SOGGETTO ACCREDITATO DAL MIUR PER LA FORMAZIONE DEL PERSONALE DELLA SCUOLA E ORGANIZZA CORSI IN CUI È POSSIBILE SPENDERE IL BONUS.

Icotea

{loadposition bonus}

 

In questa linea la ministra Giannini colloca due recenti interventi del governo.

“Con il decreto scuola 42/2016 – si legge nel suo messaggio – abbiamo destinato 12,2 milioni di euro del 2017 per il sostegno dei disabili iscritti nelle scuole paritarie” e questo perché “i principi di solidarietà, di integrazione e di inclusione sociale valgono in tutte le scuole”. A settembre, inoltre, partirà la campagna di comunicazione sullo school bonus, un provvedimento che riguarda anche le paritarie e che secondo il ministro “cambierà l’approccio all’investimento sulla scuola, con benefici fiscali significativi per chi farà donazioni per la costruzione di nuovi edifici, per la manutenzione e la promozione di progetti dedicati all’occupabilità degli studenti”.