Home Attualità Giorgio Parisi ai prof: insegnate ai giovani il saper guardare la realtà...

Giorgio Parisi ai prof: insegnate ai giovani il saper guardare la realtà con occhi diversi, chi conosce cambia il mondo

CONDIVIDI

Il divario sociale si combatte con la conoscenza: è questa la più grande rivoluzione. A ricordarlo è stato Giorgio Parisi, Nobel per la Fisica 2021, durante un collegamento on line con le scuole popolari di Roma e Bagheria.

“La scienza nasce dalla curiosità”

Rispondendo alle domande dei ragazzi, Parisi ha detto che “la scienza nasce dalla curiosità e dal saper guardare la realtà con occhi diversi”.

Icotea

La strada per vincere le diversità sociali, ha continuato il Premio Nobel, è quella di “insegnare ai ragazzi ad assecondare la curiosità, inserendola nel metodo scientifico. In questo modo si può realizzare la più grande rivoluzione, che è la conoscenza: il migliore ascensore sociale“.

Al Premio Nobel per la Fisica i ragazzi, tra i 13 e i 18 anni, hanno formulato delle domande sul tema “come fare ordine nel disordine?”.

Le scuole popolari di Roma e Bagheria

Ad organizzare l’evento sono state la Scuola Popolare Spintime+ (SpintaInPiù) di Roma e la Scuola Popolare We Care di Bagheria, vicino Palermo.

“Le scuole popolari di Roma e Bagheria, in rete con le altre scuole presenti nel territorio romano – hanno scritto in una nota gli organizzatori – possono definirsi come luoghi in cui si condividono saperi e culture, partecipando e contribuendo alla costruzione della comunità educante attraverso la promozione di pratiche mutualistiche e solidarietà come esperienze di partecipazione critica attiva”.

Creare individui coscienti di sé

Le scuole popolari “collaborano, supportano e svolgono azione critica rispetto al sistema della formazione, agendo a partire dai bisogni e dalle necessità dei territori e delle comunità tramite meccanismi orizzontali, trasversali e inclusivi”.

L’obiettivo dichiarato delle scuole “è quello di facilitare la formazione di individui attivi, coscienti di sé e capaci di formulare critiche per la costruzione di una comunità accogliente in cui sapere condiviso, cultura e pensiero critico sono princìpi fondamentali, rifiutando ogni forma di discriminazione di classe, razza o genere perché coscienti dell’importanza di non lasciare indietro nessuno e del valore sociale della conoscenza”.

Select the widget you want to show.

iscriviti

ISCRIVITI al nostro canale Youtube

METTI MI PIACE alla nostra pagina Facebook