Home Generale Giovani lettori in crescita, in particolare dai 4 ai 6 anni

Giovani lettori in crescita, in particolare dai 4 ai 6 anni

CONDIVIDI

La ricerca Bambini e ragazzi tra libri, app e podcast nell’anno del Covid-19 realizzata dall’ufficio studi dell’Associazione Italiana Editori AIE, in collaborazione con Pepe Research e Bologna Children’s Book Fair, presentata in occasione della Fiera del libro per ragazzi, svoltasi dal 14 al 17 giugno online, descrive il mondo dei lettori nella fascia di età 0 – 14 anni.

Lo scenario che appare racconta che sono il 77% i giovani lettori, contro il 61% della popolazione adulta. I lettori più assidui si trovano nella fascia 4-6 anni, il 93%, valore che scende all’84% tra 7-9 anni e al 65% tra 10-14 anni. Dato interessante è quello che riguarda la fascia 0-3 anni, sono infatti ben il 77%, considerando i bambini che manipolano libri tattili, utilizzano libri da colorare o sfogliano fiabe e brevi racconti accompagnati da un adulto.

Icotea

Libro fisico e digitale

Il libro fisico, secondo l’indagine, nonostante lo sviluppo del digitale, rimane centrale, infatti, il 69% di chi legge lo fa solo con libri a stampa o tattili. Il 29% utilizza sia supporti analogici che digitali, il 2% solo digitali.
Emerge, in particolare, che nella fascia 7-14 anni sono sempre più popolari i contenuti editoriali legati a personaggi di serie tv, youtuber, tiktoker. A proposito di Youtube è utilizzato dall’82% nella fascia 4-14 anni per guardare cartoni animati, film e video, mentre il 64% utilizza social network e sistemi di messaggistica.

Aumento dei lettori

Interessante, secondo l’indagine dell’AIE che ha raccolto i dati nel 2020, il fatto che la crescita dei piccoli lettori, sia coerente con altre indagini svolte sulle abitudini degli italiani, in particolare maturate durante il lockdown. L’aumento del numero di lettori di libri e ebook sembra essere generalizzato, in particolare grazie proprio al contributo dei più giovani. Ad oggi la crescita di coloro che hanno letto libri, ebook, ascoltato audiolibri è del 41%, dato che si ottiene sommando lo 0,3% di crescita di vendite di libri a stampa nei canali trade (librerie indipendenti e di catena, librerie online e grande distribuzione) e di ebook e audiolibri, cresciuti del 43%.

I motivi di questa crescita sono dovuti al fatto che il 31% dei lettori, tra i 15 e i 75 anni, dichiara di leggere di più perché ha voluto dedicare più tempo alla lettura (53%), ma soprattutto perché ha scoperto un’offerta e delle proposte nuove. Si legge di più anche perché molti lettori hanno iniziato a comprare nelle librerie online e hanno trovato titoli e autori che prima non trovavano o conoscevano (14%), perché gli editori hanno intercettato i loro bisogni di lettura (13%), per approfondire temi di attualità (5%), perché stanno creando una rete di relazioni fuori dai social (9%), perché hanno scoperto gli ebook, entrati stabilmente nelle loro abitudini di lettura (9%).