Gps, rinnovo triennio: titoli, punteggio e scuole da scegliere

CONDIVIDI

Eccoci all’appuntamento settimanale con la rubrica “A domanda risponde” curata dal prof. Lucio Ficara, esperto di normativa scolastica. Una serie di risposte alle domande poste dai lettori sul “Rinnovo triennio delle GPS”.

DOMANDA n. 1

Icotea

Negli anni scolastici 2020-2021 e 2021-2022 ho insegnato, senza titolo di specializzazione, su posto sostegno scuola secondaria di II grado. Quanti punti aggiornerò nelle prossime GPS?

RISPOSTA

Qualora si dovessero aggiornare le GPS per il triennio 2022-2025, come annunciato dal Ministero dell’Istruzione, potrà aggiornare 24 punti, 12 per ogni anno scolastico con almeno 166 giorni di servizio o un intero secondo quadrimestre a partire dal 1° febbraio fino alla fine delle lezioni compresi gli scrutini, nelle GPS di sostegno II fascia ADSS se ha almeno tre anni di servizio su sostegno alla secondaria di II grado. Questi 24 punti li potrà aggiornare su tutte le GPS delle classi di concorso della scuola secondaria di II grado di cui ha titolo.

DOMANDA n. 2

Nelle prossime domande GPS, l’aspirante supplente con quali titoli di accesso potrà inserirsi nelle varie classi di concorso?

RISPOSTA

L’aspirante che vuole fare il nuovo inserimento in II fascia GPS, può entrarci con il titolo di accesso della laurea contenente le condizioni e i crediti previsti dal DPR 19/2016 e s.s.m. più i 24 CFU in discipline psicopedagogiche e metodologie didattiche previste dal decreto ministeriale n.616 del 2017; Non ci dovrebbe essere necessità dei 24 CFU, anche per entrare in GPS I fascia, per coloro che hanno l’abilitazione all’insegnamento per una qualunque altra classe di concorso. L’aspirante che vuole entrare in I fascia GPS, ci entra con il titolo di accesso dell’abilitazione alla classe di concorso di riferimento.

DOMANDA n. 3

Con l’aggiornamento delle GPS si aggiorneranno anche le graduatorie di Istituto? Quante scuole è possibile scegliere?

RISPOSTA

L’aspirante può presentare domanda per l’inserimento nelle graduatorie di istituto, contestualmente alla domanda di inclusione nelle GPS, indicando sino a 20 istituzioni scolastiche nella medesima provincia scelta per l’inserimento nella GPS, per ciascun posto comune, classe di concorso, posto di sostegno cui ha titolo.