Home Attualità Green pass obbligatorio per gli alunni altrimenti a gennaio tutti in DaD,...

Green pass obbligatorio per gli alunni altrimenti a gennaio tutti in DaD, i presidi sono contrari

CONDIVIDI
  • Credion

Ai presidi sembra non piacere la proposta del sindaco di Pesaro e presidente dei sindaci di Ali, Matteo Ricci, di introdurre il “Green Pass a scuola per elementari, medie e superiori”, altrimenti “l’amaro dono nella calza della Befana” sarà quello di ritrovarci “tutti in DaD”: l’idea, lanciata sabato 18 dicembre, è stata accolta con molta freddezza da Antonello Giannelli, presidente dell’Anp.

Giannelli (Anp): serve gradualità

“Comprendiamo la preoccupazione di chi si trova a dover fronteggiare la quarta ondata che sta investendo in modo particolare la fascia più giovane della popolazione”, ma “la scuola – ha detto Giannelli all’Ansa – necessita di una estrema e doverosa gradualità nell’introduzione di misure che potrebbero comportare una compressione del diritto all’istruzione, pur se determinate da ragione di salute collettiva”.

Icotea

Per i presidi è grave che nessuno assista le scuole

I dirigenti scolastici si aspettavano, piuttosto, un supporto dalle Asl o dall’esercito nelle ultime settimane: “Attendiamo – ha detto sempre il numero uno dell’Anp – ancora di vedere gli esiti dell’intervento delle forze messe in campo dal generale Figliuolo” sul rafforzamento del testing nelle scuole.

“Ci saremmo aspettati, infatti, una rapida inversione di tendenza in termini di efficienza delle Asl e di efficacia alla campagna di testing e tracing, operazioni che dovrebbero garantire la scuola in presenza”.

Si continua ad andare in DaD con un solo contagio

“Come testimoniano i colleghi sul campo, al momento non sembrano esserci significative novità in questo senso. I problemi rimangono gli stessi”.

Infatti, si continua in quasi tutti i casi di contagio in classe a mandare tutti gli alunni in quarantena in modalità precauzionale. Poi, mancando il riscontro da parte delle Asl, evidentemente oberate di impegni, la classe rimane in quarantena così come previsto dai protocolli: sette giorni i vaccinati, dieci giorni i non vaccinati.

iscriviti

ISCRIVITI al nostro canale Youtube

METTI MI PIACE alla nostra pagina Facebook