Home Archivio storico 1998-2013 Ordinamento I genitori dei disabili scendono in piazza

I genitori dei disabili scendono in piazza

CONDIVIDI
  • Credion

Si è svolto ieri il sit-in dell’associazione Tutti a Scuola onlus per chiedere alla politica insegnanti di sostegno insufficienti a fronte dei nuovi alunni disabili, ovvero 5 mila e 200 persone in più. Sono 202 mila e 467 gli alunni disabili in tutta Italia e solo 94 mila e 65 gli insegnanti di sostegno.
L’associazione chiede al governo fondi dedicati alla formazione degli insegnanti ed alla definizione di classi con al massimo un alunno disabile come previsto dalle leggi vigenti, chiarezza sul nodo dell’ Isee (per cui la disabilità non sia un reddito da tassare), risorse per ripristinare il fondo della non autosufficienza per 4 miliardi di euro per il 2014, fondo straordinario per le politiche sociali dedicato ai disabili nei territori (2 miliardi), controllo spesa degli enti locali, anagrafe della disabilità.
Secondo i dati Flc Cgil con i numeri attuali non si riempiono regionalmente i vari fabbisogni, mentre si parla di come ci sia un allargamento dei disabili rispetto alla “legge 104 del 1992”
Secondo le Associazioni delle famiglie dei disabili mancano attualmente in Italia circa 65 mila insegnanti di sostegno. In media un insegnante di sostegno ha per un alunno disabile dalle 14 alle 10 ore a settimana.
Secondo Fish (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), negli ultimi 8 anni, sono state intentate almeno 20 mila cause da famiglie di disabili verso il Miur, mentre con il taglio alla spesa pubblica si è anche ridotto il numero delle ore impiegate nel sostegno. Altro punto di difficoltà l’assistenza, ma con differenza fra comune e comune. Mentre a Roma si tampona alla meglio, a Milano 582 studenti sarebbero in pericolo, perché mancherebbero circa 1,5 milioni di euro.