Home Attualità I professori premiati regalano i soldi ai ragazzi

I professori premiati regalano i soldi ai ragazzi

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Gli insegnanti della media Bobbio, alla periferia di Torino, hanno lasciato il bonus per la valorizzazione del merito, 259 euro, agli allievi che non hanno libri, che non possono andare in gita o anche solo in centro a vedere un film.

Lo scrive La Stampa: «Duecentocinquantanove euro lordi non ti cambiano la vita. E meno che mai sono una ragione per rinunciare ai tuoi principi” che se lo tenga il ministero, noi crediamo che la scuola sia collaborazione e che un insegnante da solo, per quanto abile e meritevole, sia destinato al fallimento. Vogliamo che il bonus vada dove sarebbe stato giusto fosse andato direttamente: alle necessità della scuola. Ora stiamo aspettando di sapere quanti colleghi della sede centrale si uniranno a noi, poi vedremo le modalità per affidare il denaro alla segreteria. Desideriamo che chi ha fatto questa scelta possa anche decidere come impiegare il bonus».

 

ICOTEA_19_dentro articolo

{loadposition carta-docente}

 

«Abbiamo costituito una commissione di valutazione che è emanazione del collegio docenti e abbiamo stabilito linee che tengono conto dell’idea che il super-insegnante da solo non va da nessuna parte, funziona soltanto al cinema. Quindi, il bonus è stato dato al maggior numero di colleghi con l’idea, appunto, di reinvestirlo».  

«Sappiamo che per star bene tutti, dobbiamo far star bene i ragazzi», dicono i docenti, «non abbiamo bisogno di incentivi rispetto a un lavoro che amiamo: abbiamo bisogno di una riforma strutturale che ci doti di tutto quel materiale necessario e di cui siamo sempre più privi». 

CONDIVIDI
Preparazione concorso ordinario inglese