Home Sicurezza ed edilizia scolastica Il medico competente deve essere nominato solo se previsto dalla Valutazione dei...

Il medico competente deve essere nominato solo se previsto dalla Valutazione dei rischi

CONDIVIDI
  • Credion

Il medico competente deve essere nominato solo se la Valutazione dei rischi stabilisce che esistono lavoratori esposti a rischi tali da dover essere sottoposti a sorveglianza sanitaria.

Laddove non sia stata valutata la necessità della sorveglianza sanitaria e quindi non vi sia il medico competente, nel caso che un lavoratore richieda una visita medica, in seguito a un problema sanitario che interferisca con l’attività lavorativa, il datore di lavoro (nella scuola il dirigente scolastico) chiede un accertamento alla Commissione medica di verifica del Ministero dell’Economia e delle Finanza (ex art. 3 comma 3 del Decreto Ministeriale 12/2/2004 G.U. n. 44 del 23/2/2004 e art. 1 comma 2 del Decreto Legislativo del 30/3/2001 n. 165).

Icotea

Un ricorso al giudizio di questa commissione è ammesso alla Competente Direzione di Sanità Militare territoriale di cui all’art. 5 della legge 416 dell’11/3/1926 e successive integrazioni.

 Ad esempio in una scuola citiamo 2 fattori di rischio che possono comportare la sorveglianza sanitaria:

  • L’utilizzo continuativo di videoterminale (ovvero computer e portatili) per almeno 20 ore settimanali. Il personale scolastico potenzialmente interessato è il personale amministrativo e gli assistenti tecnici di laboratorio informatico.
  • La movimentazione manuale di carichi, quando dalla valutazione del rischio emerga una situazione di rischio. Di solito la movimentazione di arredi nelle operazioni di pulizia da parte dei collaboratori scolastici.