Home Archivio storico 1998-2013 Estero Il premio Sakharov assegnato alla giovane pachistana Malala

Il premio Sakharov assegnato alla giovane pachistana Malala

CONDIVIDI
  • Credion

Il premio Sakharov per la libertà di pensiero è stato assegnato a Malala Yousafzai, l’adolescente pachistana sfuggita per miracolo nel 2012 a un attentato dei talebani che volevano impedirle di andare a scuola. 
Gli altri candidati rimasti in lizza erano la “talpa” americana Edward Snowden e gli attivisti bielorussi detenuti Ales Bialiatski, Eduard Lobau e Mykola Statkevich. 

Assegnato ogni anno dal 1988, il premio del Parlamento europeo è destinato a personalità o organizzazioni che abbianodedicato la loro vita alla difesa dei diritti umani e delle libertà individuali. L’anno scorso è stato attribuito all’avvocatessa iraniana Nasrin Sotoudeh e al regista de “Il Cerchio” (2000), anche lui iraniano, Jafar Panahi. 

Il premio, che porta il nome dello scienziato e dissidente sovietico Andrej Dmitrievic Sacharov, sarà assegnato ufficialmente il 20 novembre a Strasburgo.